Roma Calcio » AS Roma News » Napoli, Aronica ed Inler: ”Ora pensiamo soltanto alla Roma”

Napoli, Aronica ed Inler: ”Ora pensiamo soltanto alla Roma”

In attesa di conoscere gli avversari degli ottavi di finale di Champions League, il Napoli si concentra solo sulla partita di domenica sera

Gokhan Inler in un'azione di gioco con Mario Balotelli (Getty Images)

NAPOLI ARONICA ED INLER  ORA PENSIAMO SOLTANTO ALLA ROMA / NAPOLI – Domani alle ore 12, a Nyon, gli azzurri di Mazzarri conosceranno il nome dell’avversario che troveranno negli ottavi di finale di Champions League. Ma ora tutte le attenzioni sono concentrate sulla Roma. Le parole di Salvatore Aronica lo confermano: ”Barcellona o Real Madrid, agli ottavi di finale di Champions League per vedere il San Paolo gremito: credo che in questa competizione non ci siano avversari semplici. A prescindere dal sorteggio, dico che le nostre energie mentali e fisiche sono rivolte alla gara di domenica sera contro la Roma, che per noi e’ molto importante”. Il difensore ha anche aggiunto che, come regalo di Natale, vorrebbe i sei punti nelle prossime due partite, le ultime del 2011: ”Chiudere con due successi sarebbe un bel regalo per noi, per il nostro presidente e per i tifosi. Sappiamo che la Roma verra’ qui agguerrita, anche perche’ non stanno attraversando un buon periodo. Sara’ una bella sfida contro un avversario blasonato, che ha cambiato tanto ma che ci dara’ filo da torcere”. E’ dello stesso parere Gokhan Inler: ”Domani ci sara’ il sorteggio per gli ottavi di finale di Champions League e vedremo contro chi giocheremo, ma ora dobbiamo solo pensare al campionato. Tutti dobbiamo dare il massimo per fare qualche punto in piu’. A questa magnifica gente vogliamo regalare grandissime gare e tante soddisfazioni. Per quanto riguarda il sorteggio, dico che per noi non cambia nulla, la cosa importante e’ che dove andremo faremo risultato. Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi ed a dare il massimo. Domenica al San Paolo sara’ di scena la Roma, una squadra giovane che gioca veramente bene”.

Marco Pennacchia