Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Juventus – Roma, Brio: “non c’e’ una favorita, se la giocheranno fino alla fine”

Juventus – Roma, Brio: “non c’e’ una favorita, se la giocheranno fino alla fine”

L’ex difensore della Juventus parla del match di Tim Cup di scena domani sera a Torino

Brio con la maglia della Juve

ROMA TIM CUP JUVENTUS – ROMA BRIO TOTTI BORINI DEL PIERO KRASIC / TIM CUP –  Sergio Brio, ex difensore della Juventus, ha lasciato le seguenti dichiarazioni in merito al match di domani sera tra Juventus e Roma a Torino:

Juventus e Roma sono le squadre più in forma in questo momento?

Si’. Paradossalmente la rinascita della Roma e’ avvenuta proprio contro la Juventus. La squadra si e’ sbloccata e il progetto e’ decollato. Penso che vedremo una grande partita. La Juventus prima o poi cadra’ anche perche’ non ha mai ancora vissuto periodi di crisi durante il campionato. In piu’ le assenze di Pepe e Marchisio sono pesanti, ma dobbiamo comunque fare i complimenti a Conte perche’ ha riportato la juventinita’, e’ una squadra che piace perche’ i giocatori ce la mettono tutta“.

Un pronostico per domani?

La Juventus fatichera’ perche’ la Roma mi piace molto e Luis Enrique ha finalmente fatto valere le sue idee. Non c’e’ una squadra favorita, se la giocheranno fino alla fine“.

 Su Vucinic

E’ un giocatore da gioie e gloria. Ha classe e tecnica ma non ha continuita’“.

 Come potrebbe la Roma mettere in crisi la Juventus?

Gli esterni alti possono essere un elemento in piu’ per la Roma, insieme alla fantasia di Lamela e all’eleganza dei centrocampisti. Osvaldo sara’ un’assenza importante perche’ ha delle qualita’ evidenti e fondamentali“.

 Come potrebbe finire il campionato la Roma?

E’ normale che forse quest’anno non e’ pronta per vincere lo scudetto ma sicuramente questo e’ un buon inizio. Nel tempo verra’ costruita per vincere, ne sono sicuro“.

Su Totti

Si sa che e’ un grandissimo giocatore, quando pero’ bisognera’ giocare ogni tre giorni, secondo me potrebbe trovare piu’ difficolta’. Lui e Borini in questo momento non danno punti di riferimento e questa e’ un elemento da non sottovalutare“.

Ti aspettavi una Juve cosi’?

No, non ci avrei scommesso. Bisogna fare un grande monumento ad Antonio Conte“.

Non ti dispiace vedere trattato Del Piero in questo modo?

Non mi sembra un giocatore scaricato. Dobbiamo metterci nella testa che purtroppo non si puo’ giocare in eterno e lui e’ su quella via li’. Oggi vediamo un calcio fisico e di resistenza, e’ un calcio che negli ultimi anni e’ cambiato percio’ i giocatori un po’ piu’ vecchietti possono trovare difficolta‘”.

Su Krasic

Si deve mettere a disposizione della squadra e, a parte le prime giornate, questo non è mai avvenuto. Secondo me poi il problema non e’ il modulo, è che lui non si fa trovare pronto. Secondo me, finora, ha fatto vedere troppo poco“.

Andrea Tocci