Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Roma, Osvaldo: “il mister fa giocare tutti e noi siamo sempre pronti a dare il massimo”

Roma, Osvaldo: “il mister fa giocare tutti e noi siamo sempre pronti a dare il massimo”

L’attaccante giallorosso parla del progetto Roma e del buon momento che sta vivendo in giallorosso nonostante l’infortunio

L'attaccante giallorosso Osvaldo (Getty Images)

ROMA OSVALDO LUIS ENRIQUE LAMELA ZEMAN / ROMA – Daniel Osvaldo, attaccante italo-argentino della Roma, ha lasciato le seguenti dichiarazioni in un intervista dopo parla del suo momento in giallorosso e dell’andamento della squadra:

Parliamo di questo tuo inizio di stagione:

Dall’inizio sono andato bene e sono molto felice in questo periodo. Purtroppo ora mi è successo questo piccolo infortunio, pero’ in linee generali mi sento felice in questo momento della mia vita“.

Ci sono analogie tra Luis Enrique e Zeman?

Sicuramente a tutti e due piace giocare bene al calcio e fare la partita anche in campo avversario per vincere. E’ chiaro che ognuno ha il suo modo di lavorare e con Luis Enrique per fortuna mi trovo benissimo: ho trovato una grande persona e un grandissimo allenatore, non potevo chiedere di piu‘”.

4 vittorie consecutive. I risultati stanno dando nuova sicurezza?

Ma si certo. Noi del reparto d’attacco siamo migliorati tantissimo e questo ha fatto fare la differenza: prima non eravamo lucidissimi sotto porta, ora abbiamo piu’ fiducia, magari perche’ abbiamo segnato tutti. Chiunque entra fa bene, il mister fa giocare veramente tutti e quindi tutti cerchiamo di essere sempre pronti per dare il massimo. Penso sia stato fondamentale diventare piu’ precisi la’ davanti”.

Lamela?

Mi ha sorpreso tanto: e’ un ragazzo con qualita’ enormi e puo’ fare ancora meglio. Si vede in campo e negli allenamenti che e’ fortissimo: bisogna dargli tempo e fiducia. Io quando ero giovane non potevo giocare tantissimo invece lui va fatto giocare per crescere. Sta facendo benissimo e penso possa fare ancora meglio. E’ fortissimo“.

La squadra era partita cosi’ cosi’, adesso sembra una creatura in crescita. Possibile collocarla in classifica?

“A livello di gioco penso che siamo alla pari con le grandi squadre: non sono in tantissimi a giocare bene come noi. Poi i risultati non dicono lo stesso: all’inizio sono stai quello che sono stati e ci hanno messo in condizione di guardarli dal basso. Ma se continuiamo cosi’ possiamo fare cose importanti. Noi non pensiamo alla classifica, ma giochiamo partita dopo partita. Stiamo facendo bene e dobbiamo continuare cosi’“.

Andrea Tocci