Roma Calcio » AS Roma News » Manchester City, Platt: ”Eravamo sicuri della qualita’ di Pizarro”

Manchester City, Platt: ”Eravamo sicuri della qualita’ di Pizarro”

L’assistente tecnico del Manchester City ha parlato del nuovo acquisto che, ieri, ha siglato il suo primo gol

L'esultanza di Pizarro dopo il gol al Porto

MANCHESTER CITY PLATT SICURI QUALITA’ PIZARRO / WEB – Nel 4 a 0 rifilato al Porto, ieri sera, c’e’ anche la firma di David Pizarro. L’ex romanista ha dunque realizzato la prima rete con la maglia del Manchester City. Su di lui si e’ espresso David Platt, collaboratore tecnico della squadra di Mancini, nel corso di un’intervista concessa ad una nota radio della capitale. ”Su Pizarro eravamo sicuri di prendere un giocatore di grande qualita‘, ma non e’ un rimpiazzo di De Rossi. È stata una partita dove abbiamo fatto tante azioni da gol, quindi e’ vero che avremmo potuto vincere anche con uno scarto maggioreha aggiunto Platt riferendosi alle parole di Mancini (sarebbe potuto finire 8-0, ndr) – . Vincere in questo modo contro una squadra di Champions League comunque ci rende contenti, e adesso siamo agli ottavi. Cercheremo di vincere questo trofeo”.

L’ex calciatore si e’ poi soffermato sulle caratteristiche tecniche del cileno: ”Quando abbiamo preso Pizarro eravamo sicuri di prendere un giocatore che poteva integrarsi subito con questo modulo di gioco. Questa e’ una squadra forte che gioca molto palla a terra, adatta per un giocatore con le sue qualita’. Ci serviva un giocatore come lui che potesse darci una mano negli ultimi quattro mesi della stagione. A gennaio e’ difficile trovare un giocatore di questa qualita’ in prestito”. Infine, Platt ci tiene a ribadire che Pizarro non e’ stato la ruota di scorta di De Rossi: ”A Gennaio sapevamo sin da subito che non avremmo preso dei giocatori. Abbiamo avuto un interesse per De Rossi, ma ad un certo punto e’ stato chiaro che non potevamo prenderlo. E cosi’ abbiamo parlato con la Roma e abbiamo detto che avremmo voluto prendere un giocatore in prestito e siamo stati contentissimi della soluzione”.

 

Marco Pennacchia