Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Mercato, Marquinho: “L’interesse dei giallorossi mi ha sorpreso molto. Il visto? Si risolve entro venerdì”

Mercato, Marquinho: “L’interesse dei giallorossi mi ha sorpreso molto. Il visto? Si risolve entro venerdì”

Nuove dichiarazioni del neo centrocampista della Roma

L'ex Fluminense, Marquinho

MERCATO INTERVISTA MARQUINHO / WEB – Il neo acquisto della Roma, Marquinho, sembra davvero un fiume in piena. Ecco le ultime dichiarazioni rilasciate dal centrocampista brasiliano ad un noto sito web sportivo:

Sull’interesse della Roma:

“Se mi ha sorpreso? Molto. I grandi club europei non vengono spesso in Brasile a visionare i giocatori, e quando lo fanno vogliono capire com’è la testa del giocatore, com’è fuori dal campo. Fin dall’inizio sapevo che avrei accettato, visto che era da tempo che aspettavo da tempo la chiamata di un grande club. Se conosco l’Italia? Ho visitato Milano e Roma nel dicembre 2009. La capitale mi è piaciuta moltissimo. Lì ho comprato un rosario che ancora oggi ho con me e mi ha portato molta fortuna. E’ curioso che la mia ascesa professionale è cominciata proprio in quel periodo. Sono curioso di sapere come si vive a Roma. I dirigenti sono stati molto disponibili con me. Dopo aver trovato l’accordo il clima era molto positivo, ma c’era un po’ d’ansia, in 3 giorni ho dormito 5 ore..Ho fatto gli esami medici e ho sbrigato le pratiche burocratiche. Per quanto riguarda il visto di lavoro sono tornato a Rio: mi avevano dato appuntamento per il 12 aprile ma ho parlato con il console e mi ha assicurato che tutto sarà risolto entro venerdì. Voglio stare vicino alla squadra già dalla partita contro l’Inter”.

Poi un commento su Luis Enrique:

“Ho seguito la sua carriera da calciatore, nel Barcellona e nella nazionale spagnola. Non sapevo che aveva intrapreso la carriera da allenatore. E’ uno che capisce di calcio, essere elogiato da lui mi motiva. Spero di ricambiare sul campo. Non ci siamo ancora incontrati. Il Direttore Sportivo Walter Sabatini mi ha detto che è andato dal Barcellona B per prendere Luis Enrique, uno che ha lavorato con Guardiola nel Barcellona. Loro vogliono portare lo stesso tipo di gioco e questo può riuscire. Il possesso palla facilita qualsiasi squadra al mondo. E’ uno stile di gioco differente rispetto al calcio italiano ed ha tutto per avere successo”.

Su Totti:

I dirigenti me ne hanno parlato benissimo, mi hanno detto che lui è un giocatore famoso ma è uno tranquillo, con il quale è facile convivere. Sta da tanto tempo nella Roma che è quasi il proprietario del Club. Ma ha un buon carattere ed è simpatico. I brasiliano? Ho già preso il telefono di Simplicio. Con Juan ho parlato a fine 2011, ma ancora non sapevo che c’era l’interesse della Roma

Infine sull’esordio con la Roma:

Il tipo di allenamento là è differente. Ho fatto metà della preparazione con il Fluminense ed ora mi alleno con un preparatore fisico personale in spiaggia e in palestra per mantenere la forma. Se riesco ad arrivare a Roma venerdì penso che una settimana sarà sufficiente per essere a disposizione del tecnico. Dipenderà poi da lui. Da quello che so è tutto a posto, manca solo il visto”.

Marco Decrestina