Roma Calcio » AS Roma News » Roma, il mal di trasferta è una costante. Peggio solo Zeman nel 1998

Roma, il mal di trasferta è una costante. Peggio solo Zeman nel 1998

I giallorossi continuano a soffrire nelle sfide lontano dall’Olimpico ed a perdere punti preziosi per una possibile scalata in classifica

A Bergamo ennesima debacle in trasferta

AS ROMA MAL DI TRASFERTA / WEB – Sembra non esserci soluzione di continuità a questo atteggiamento ambiguo della Roma; i giallorossi nell’anno solare in corso sono riusciti a racimolare un solo punto, a Catania, nelle gare giocate lontano dall’Olimpico tra campionato e Coppa Italia. Un bottino scarso e piuttosto negativo, se si pensa che invece nelle sfide interne gli uomini di Luis Enrique sono ancora imbattuti nel 2012 e l’ultima debalce casalinga risale addirittura ad ottobre contro il Milan. Una Roma stile Giano bifronte, dal doppio carattere, feroce e concreta tra le mura amiche, debole e sciagurata quando si allontana dal Raccordo. In tutta la stagione i giallorossi sono riusciti a vincere solo tre volte in trasferta, contro Parma, Bologna e Napoli, un pò poco per una compagine che sarebbe disposta a puntare quanto meno ad una qualificazione nell’Europa che conta. Peggio di questa Roma fece fuori casa fece soltanto la squadra allenata da Zdenek Zeman nella stagione 1998/99, che riuscì a vincere soltanto in due occasioni da ospite, a Bari e a Vicenza, ottenendo un quinto posto onorevole a fine campionato grazie all’andamento casalingo nettamente migliore e continuo. Il mal di trasferta sta tagliando le gambe alla banda di Luis Enrique, ma per fortuna il derby stavolta lo giocano in casa…

Keivan Karimi