Roma Calcio » AS Roma News » Giovanissimi Nazionali, le dichiarazioni di Trani e Coppiteli sul derby

Giovanissimi Nazionali, le dichiarazioni di Trani e Coppiteli sul derby

Il mister: ”Una vittoria che vale doppio”. Il bomber: ”segnare al derby la cosa piu’ importante di quest’anno”

GIOVANISSIMI NAZIONALI DICHIARAZIONI TRANI COPPITELLI DERBY / ROMA – Questa mattina, i Giovanissimi Nazionali della Roma hanno battuto, nel derby i cugini della Lazio per 2 a 1. Dopo la partita, il mister Federico Coppitelli e l’autore del primo gol, Valerio Trani, hanno rilasciato alcune dichiarazioni.

Federico Coppitelli

Era una gara decisiva, era uno scontro diretto ed e’ una vittoria che vale doppio perche’, nel girone di andata, avevamo pareggiato per cui, dovessimo arrivare a pari punti, saremmo in vantaggio noi. Ci aspettano gare molto complesse, come quelle di giovedi’ a Frosinone. Abbiamo comunque vinto una gara importante. Era fondamentale per noi vincere uno scontro diretto, piu’ con il carattere che con la tattica. Noi solitamente giochiamo bene ma, nei grandi appuntamenti, finora eravamo mancati. Il derby perfetto per me sarebbe stato iniziare perdendo 2-0 per poi recuperare 3-2, perche’ siamo una squadra che nella difficolta’ tende a soffrire.

Che partita e’ stata?
Avevamo preparato la gara con Vasco tra le linee, Di Livio e Trani in avanti. Vasco nel primo tempo ha creato delle difficolta’ anche se non siamo stati brillanti come spesso ci capita. Non mi vengono pero’ in mente molte occasioni della Lazio. Dovevamo fare noi la partita e, nel primo tempo, l’abbiamo fatta. Faccio fatica a ricordare occasioni loro. Nella ripresa abbiamo preso un gol su una punzione, noi siamo partiti bene nella seconda frazione: abbiamo avuto un’occasione con Trani, poi il tiro di Di Livio, poi la palla di Cali’. Siamo stati solidi in difesa, caratteristica che solitamente non abbiamo. Noi abbiamo impostato bene la gara, loro hanno qualita’ davanti ma non abbiamo lasciato loro molto.

Puo’ essere un’arma in piu’ quella di sfruttare le palle inattive?
Senza dubbio: in queste categorie c’e’ piu’ spazio per i giocatori che vanno ad attaccare in area, sui calci piazzati, perche’ l’incidenza delle uscite del portiere e’ minore rispetto alle categorie superiori, e lo sapevamo. Mi spiace per il gol preso ma loro hanno messo in area penso 30 punizioni. Loro hanno fisicita’ e queste situazioni non sono situazioni semplici da leggere. La Lazio rispetto all’andata ha acquisito piu’ sicurezza, all’andata fecero una gara di contenimento. Oggi hanno giocato con una maggiore voglia di vincere, abbiamo sofferto mentalmente nella fase centrale.

Valerio Trani

Che emozione hai provato?
Segnare al derby e’ la cosa piu’ importante quest’anno, abbiamo subito preso noi in mano la gara. Eravamo a tre punti dalla Lazio ed era essenziale vincere.

L’esultanza?
Come viene al momento, il gol e’ stato bello, grazie anche a Vasco che ha battuto un bel calcio d’angolo.

Quanto cambia giocare contro avversari meno forti e contro squadre come Juve, Inter o il derby stesso?
Eh parecchio. Queste gare ci aiutano molto perche’ vogliamo puntare alle finali. Queste partite ci aiutano per aumentare i ritmi mentre le squadre del nord sono piu’ abituate, perche’ giocano contro piu’ squadre professionistiche.

Come avete reagito dopo il pareggio?
Siamo stati lucidi, freddi, e abbiamo fatto il 2-1.

Come cambia il tuo modo di giocare con Cali’ in campo?
E’ lo stesso, sto sull’esterno, sono sempre a disposizione della squadra. Poi il mister mi aveva chiesto di rientrare un po di piu’ per restare piu’ compatti.

Come avete festeggiato?
Facendo cori per i nostri compagni, il mister.

Fonte: vocegiallorossa.it

Marco Pennacchia