Roma Calcio » AS Roma News » Mercato Roma, Spinosi (ag. Fifa): “Casemiro e Paulinho possono migliorare la rosa, Dodò è un talento”

Mercato Roma, Spinosi (ag. Fifa): “Casemiro e Paulinho possono migliorare la rosa, Dodò è un talento”

Il portale Romanews.eu ha intervistato l’agente esperto di calcio sudamericano e soprattutto delle giovani promesse brasiliane

Il brasiliano Casemiro ancora nelle mire giallorosse

CALCIOMERCATO ROMA / WEB – Il portale web Romanews.eu ha raccolto le dichiarazioni di Lodovico Spinosi, agente Fifa tra i più informati riguardo al calcio sudamericano ed all’esplosione di giovani talenti. Spinosi ha parlato soprattutto dei calciatori accostati alla Roma dal Brasile e non solo.

L’intervista di romanews.eu:

Il ds Sabatini ha rivelato che la società è vicina a realizzare tre grandi acquisti di mercato. Uno di questi si sarebbe già concretizzato. Continuano a circolare i nomi di Paulinho, centrocampista del Corinthians e Casemiro del San Paolo. Cosa ci può dire in merito?
Sono sicuramente due grandi giocatori sia Paulinho che Casemiro, con caratteristiche diverse ma pronti per giocare in una grande squadra come la Roma. Sono entrambi molto giovani ma hanno avuto già grande esperienza nei loro rispettivi club. Hanno dato dimostrazione di saper resistere alle pressioni. Casemiro ha avuto una leggera flessione lo scorso anno ma stiamo parlando di un ragazzo giovanissimo del ’92, quindi ci può stare. Sono due giocatori che sicuramente nella Roma possono fare bene. Sono pronti per giocare in un campionato importante e possono fare ancora più grande la Roma”.

Sembra ormai cosa fatta, invece, per il giovane brasiliano Dodò. Si parla di un accordo molto vicino della durata di 5 anni. Che tipo di giocatore è? Può descrivercelo?
E’ sempre stato considerato un talento fin dalle selezioni giovanili brasiliane ma, purtroppo, non ha mai avuto spazio in prima squadra per la presenza di Roberto Carlos che è un giocatore immortale. Quando ha avuto la possibilità di giocare ha subito questo gravissimo infortunio, riportando la frattura dei legamenti: una cosa molto simile a quello che è avvenuto nel caso di Burdisso. Sicuramente è un giocatore talentuoso anche se potrebbe rappresentare l’ennesima scommessa. E’ un altro calciatore sicuramente di valore, ma non sono certo che possa fare subito il titolare. Nella rosa giallorossa ci sta alla grande. La Roma però non può più permettersi di prendere giocatori con il punto interrogativo. Deve fare il salto di qualità e deve anche pensare di prendere giocatori già affermati. Dodò è uno che potrà diventare giocatore ma ancora non lo è. Deve avere la possibiltà di mettersi in mostra”.

Al momento, invece, sembra che il calcio colombiano stia sfornando i giovani più promettenti: basta pensare a giocatori come Muriel o Cuadrado (sul quale sembra che ci sia un interesse proprio della Roma) in forza al Lecce…
“Sinceramente è un calcio che non conosco molto bene, però da sempre hanno una tradizione molto importante. Soprattutto i colombiani che sono giunti in Italia, a partire da Asprilla, si sono integrati abbastanza bene perchè è un calcio più aggressivo e, quindi, più vicino ai nostri standard”.