Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Roma-Lazio, Delvecchio: “La tranquillità il mio segreto per il derby”

Roma-Lazio, Delvecchio: “La tranquillità il mio segreto per il derby”

L’ex attaccante giallorosso riconosciuto come bestia nera della Lazio ha ricordato alcuni episodi ed emozioni delle stracittadine giocate

Marco Delvecchio durante il derby dell'ottobre 2001

ROMA-LAZIO MARCO DELVECCHIO / WEB – La bestia nera della Lazio per parecchie stagioni è stato sicuramente lui, Marco Delvecchio, attaccante campione d’Italia con la Roma nel 2001. Il suo trend positivo nei derby è quasi leggendario, viste le nove realizzazioni nelle stracittadine, un record condiviso con il brasiliano Da Costa, attaccante degli anni ’60 giallorossi. Delvecchio ha ricordato recentemente alcune sue sensazioni da derby: “Giocavo bene i derby perché ero tranquillo e sereno; vedevo i miei compagni impallidire mentre io restavo concentrato. Non è una partita come le altre, ma quasi“. Tanti aneddoti nella preparazione di queste partite molto sentite dai tifosi: “Prima dei derby i tifosi mi portavano tantissime magliette ironiche da mettere sotto la prima maglia e da mostrare in caso di gol. Loro erano sicuri che avrei segnato, raramente si sono sbagliati“. Infine un ricordo scherzoso nel rapporto con Alessandro Nesta: “Quando eravamo in Nazionale i compagni lo sfottevano, gli urlavano Sandro fai il bravo sennò chiamiamo Delvecchio! Lui scherzando mi diceva che ero diventato famoso grazie a lui“.

Keivan Karimi