Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Roma – Lazio, Klose: “non temo i giallorossi, altrimenti non sarei un giocatore”

Roma – Lazio, Klose: “non temo i giallorossi, altrimenti non sarei un giocatore”

L’attaccante tedesco della Lazio ha subito un leggero infortunio che tuttavia non compromettera’ la sua presenza in campo domenica nel derby

L'attaccante della Lazio Klose (Getty Images)

ROMA SERIE A ROMA – LAZIO MIROSLAV KLOSE TOTTI BORINI / ROMA – Miroslav Klose, attaccante della Lazio, ha lasciato le seguenti dichiarazioni nel corso di un’intervista sul derby di domenica pomeriggio e sul momento dei biancocelesti:

Quali sono le tue condizioni?

E’ solo una botta è tutto a posto, domenica ci sarò

Cosa ti auguri per questa partita visto che la Lazio non batte la Roma fuori casa da 14 anni?

Bè è importante che seguiremo l’obiettivo che ci prefiggeremo.Non serve parlare molto e farsi troppe domande. Il derby è molto importante per noi e faremo del nostro meglio

Un messaggio per i tifosi?

Posso solo dire che è incredibile il supporto che i miei fan mi stanno dando. Questo è molto importante per me. Ma voglio che i tifosi mi vedano come parte della squadra. Voglio che questo supporto che viene dato a me venga dato anche all’intero gruppo. Per esempio anche Candreva è un giocatore che deve essere considerato. Io sono un componente della squadra, voglio che tutto questo calore venga dato a tutti i componenti della squadra Non vinco da solo le partite, ma vinciamo tutti insieme e tutti ci impegnamo per ottenere una vittoria. Non solo solo, ma faccio parte della squadra

Ti danno fastidio i fischi a Candreva?

Credo che anche lui è un componente di questo gruppo. Si allena molto bene, si da da fare  e credo che sia giusto che abbia il sostegno della gente.  Non voglio esprimermi su quello che è accaduto l’ultima volta, ognuno ha la propria idea, ma dico è giusto che anche lui abbia il supporto

Cosa temi della Roma?

La Roma è una squadra molto valida che può raggiungere alti livelli con molti giovani interessanti che hanno la giusta motivazione per giocare e raggiungere il giusto successo . Non ho paura altrimenti non sarei un giocatore

Un giocatore pericolo nella Roma?

In questo momento Totti o Borini. Saranno ottimi giocatori, ma se anche la squadra renderà potranno mostrarsi al meglio. L’aspetto del colelttivo non è da sottivalutare

All’andata hai giocato vicino a Cisse, ora giocherai solo in avanti, come cambia il tuo gioco?

Come giocheremo non lo so, lo sa l’allenatore. L’importante è che io faccia un gol, i dettagli li sceglie il mister

Il gol all’andata lo puoi definire uno dei più importanti nella tua carriera nonostante i tanti gol con la Nazionale?

Devo dire che ho fatto anche altri gol importanti. Devo dire che ho capito quanto era importante questo gol per la squadra e per i fan e la città quando è arrivato tutto questo supporto. Quindi posso dire che si è stato tra i più importanti

Il derby è come una finale conta di più le qualità dei giocatori o la testa

Tutto, contano le gambe e la testa

Più difficile per la Roma riscattare la sconfitta dell’andata o per la Lazio ripetersi?

La partita è molto importante e se ognuno di noi metterà anima e corpo in questa partita possiamo vincere. L’importante è restare unita ed essere un gruppo. Se riusciremo a farla potremmo portare a casa la vittoria anche questa volta

Cosa ti ha colpito di più della Serie A?

Giocano tutti molto bene in difesa. Il Napoli mi ha colpito molto, sono molto soddisfatto del campionato italiano

La Lazio è terza pensi che abbia raccolto quanto meritava e pensi che possa rimanere terza anche alla fine del campionato?

Dobbiamo essere consapevoli di noi stessi e del terzo posto e cercheremo di mantenerlo senza scendere indietro. Con tre punti può accadere di tutto, noi faremo di tutto per mantenerlo e dare del nostro meglio

Quanto vale il derby in chiave Champions?

Non si possono comparare le due cose, ho giocato in Champions e ti da la possibilità di misurarti con grandi squadre, ma sono separate e importanti entrambe

Quanto pesano le assenze per la Lazio?

Io non mi sento una star anche se tutto questo calore me lo fa sentire e sottolinerei ancora una volta l’importanza della squadra e non la singola persona. Chi fa la partita è la squadra e non la singola persona

Come avete vissuto quanto accaduto la scorsa settimana a Reja?

Già è difficile concentrarsi sul derby, è già stato detto tanto e noi preferiamo concentrarsi sul derby

Con Hernanes sembra che ti trovi particolarmente bene, preferisci giocare come punto di riferimento unico in avanti ?

Si può giocare bene con qualsiasi giocatore. Sono contento che Rocchi sia vicino al rientro, si può giocare bene con chiunque”.

 

Andrea Tocci