Roma Calcio » AS Roma News » Roma, le mosse per tornare grande

Roma, le mosse per tornare grande

In estate la squadra dovra’ ricorrere al mercato per rinforzare una rosa che, fino ad ora, ha mostrato evidenti lacune

L'attaccante argentino del Real Madrid Gonzalo Higuain

ROMA MOSSE PER TORNARE GRANDE / WEB – Due terzini, uno o due difensori centrali, un centrocampista ed un attaccante. Come riporta una nota rivista di taglio fortemente giallorosso, sono queste le mosse che la Roma dovra’ compiere per il salto di qualita’. Il rinnovo di Sabatini potra’ permettere di lavorare alla ristrutturazione con piu’ tranquillita’.

La difesa e’ il riparto piu’ bisognoso di ”cure”. A settembre dovrebbe rientrare Burdisso ma in molti danno per certa la partenza di Juan. Il problema e’ il suo stipendio: 4,6 milioni lordi all’anno. Ci sarebbero, tuttavia, secondo alcune indiscrezioni, anche questioni personali. Heinze, invece, e’ vicino al rinnovo automatico: decidera’ lui se restare o meno. La dirigenza gli ha fatto capire che, qualora volesse, questa e’ casa sua. Per Kjaer saranno decisive le prossime settimane: la Roma non vuole spendere i 7 milioni richiesti dal Wolfsburg per l’acquisto del giocatore ma vorrebbe, invece, prolungare di un anno la formula del prestito. Se, pero’, il danese dovesse deludere ancora in questo finale di campionato, potrebbe tornare in Germania gia’ a Giugno. In ogni caso, la Roma dovra’ intervenire sul mercato. I nomi in pole position sono Otamendi del Porto, Ogbonna del Torino, Subotic del Borussia Dortmund. Piacciono, pero’, anche Dede’ del Vasco da Gama, Garay del Benfica e Vertonghen dell‘Ajax. Per quanto riguarda gli esterni, ci sara’ da lavorare parecchio in quanto Cassetti e Cicinho sono dati in uscita. Taddei ha disputato una buona stagione in quel ruolo che, pero’, non e’ il suo e Jose’ Angel ha lasciato molto a desiderare anche se molto probabilmente restera’ a Trigoria. Rosi ha, dunque, bisogno di alternative. Il primo nome della lista in questo senso e’ Mauricio Isla: dato l’infortuno da cui deve recuperare, l’Udinese potrebbe convincersi ad abbassarne il costo del cartellino che, attualmente, si aggira attorno ai 15 milioni.

Anche a centrocampo potrebbe verificarsi una rivoluzione. Si affaccia l’ipotesi di un addio per Greco, Simplicio, Perrotta e Pizarro. La Roma, infatti, puntera’ a confermare la triade che, fino ad ora, ha giocato poco insieme: De Rossi, Gago e Pjanic. Ci sara’, naturalmente, bisogno di nuovi innesti ed, in questo senso, piacciono Eriksen dell’Ajax, Tomic del Partizan Belgrado, Paulinho del Corinthians. Sabatini, tuttavia, e’ deciso a non mollare la pista che porta a Casemiro.

In tanti affermano che l’attacco sia il settore in cui la squadra ha meno bisogno di nuovi elementi. Spesso, pero’, la Roma e’ stata troppo sterile li’ davanti anche se questo e’ dovuto alla penuria di palloni offerti in profondita’ anche dal centrocampo. Borini, Osvaldo e Lamela saranno sicuramente a Trigoria anche il prossimo anno. L’unico incerto e’ Bojan Krkic anche se la societa’ sta provando a chiedere al Barcellona il rinnovo del prestito (la stessa strategia adottata per Kjaer). Il sogno, pero’, e’ soltanto uno: Gonzalo Gerardo Higauin, portato in Spagna nel 2007 proprio da Baldini. La Roma fara’ di tutto per averlo anche se il suo cartellino si aggira attorno ai 18 milioni di euro.

Marco Pennacchia