Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Roma-Udinese, le interviste del dopo-partita

Roma-Udinese, le interviste del dopo-partita

Le interviste dei personaggi più importanti del match molto tirato vinto dalla Roma all’Olimpico contro l’Udinese

Roma batte Udinese per 3-1 (Getty Images)

ROMA UDINESE INTERVISTE / WEB – Ecco le interviste del post-partita di Roma-Udinese, gara che rilancia i giallorossi in campionato dopo le delusioni recenti in trasferta:

Francesco Totti: Abbiamo rimediato alla figuraccia di Lecce dimostrando di essere una grande squadra. In casa abbiamo una determinazione maggiore, i nostri tifosi contano molto. A Lecce c’ero anche io, si perde tutti assieme così come si vince. La classifica? Oggi si è di nuovo accorciata, vogliamo diminuire le distanze ancora di più. La continuità è ciò che ci è mancato di più, trovandola possiamo sognare in grande“.

Shergul Arshad: “La Roma ha giocato bene e con intelligenza gli ultimi 30 minuti! Finalmente una grande vittoria contro un top team. Dake Roma! Grandi Osvaldo e Totti”.

Luis Enrique: Una bella Roma oggi, anche se a me la squadra piace sempre. E’ normale che ci sentiamo più forti in casa, all’Olimpico abbiamo stimoli maggiori. Dopo il pareggio siamo andati in confusione ma abbiamo dimostrato la nostra forza. Heinze? Ho pensato fosse meglio che riposasse per il colpo preso all’anca, resta comunque un punto fermo“.

Simon Kjaer: Super vittoria per noi stasera! L’Udinese è stata una degna avversaria. Ora siamo nella lotta per la zona Champions! Mister Luis Enrique aveva chiesto una reazione alla squadra dopo la brutta sconfitta di Lecce ed abbiamo avuto la giusta reazione. Grande partita da parte di tutta la squadra! Vittoria importante! Ora sto tornando a casa dallo Stadio Olimpico e sono molto felice. Forza Roma!”

Pablo Daniel Osvaldo: Tutta la squadra ha fatto una grande partita stasera. Io sono migliorato grazie alle esperienze belle e brutte e soprattutto grazie a chi ho a fianco in squadra. Il gruppo è compatto, si vince e si perde tutti assieme. Il calcio per come lo vedo io è così, non ci sono singoli colpevoli

Keivan Karimi