Roma Calcio » AS Roma News » Rubrica – Biografia dell’avversario: Domenico Di Carlo

Rubrica – Biografia dell’avversario: Domenico Di Carlo

Carriera, tattica e precendenti del tecnico della prossima squadra che affronterà la Roma

RUBRICA BIOGRAFIA DELL’AVVERSARIO WALTER MAZZARRI / ASROMALIVE.IT – Come per ogni turno di campionato, Asromalive.it dedica un capitolo della sua rubrica sugli allenatori al mister la cui squadra fronteggerà la Roma. Questa settimana è il turno del Chievo Verona.

LA CARRIERADomenico Di Carlo, detto Mimmo, classe 1964, è originario di Cassino squadra in cui ha iniziato la sua carriera da calciatore. L’attuale tecnico del Chievo giocava nel ruolo di centrocampista, unendo grinta e sostanza. La sua carriera non è stata fulminea: nei primi anni è una continua altalena tra serie C1 e serie C2. La consacrazione avviene a 29 anni quando esordisce in serie B con la maglia del Vicenza di cui diventerà uno dei pilastri e che lo porta ad esordire in seria A a 31 anni. Questa esperienza fa arrivare nella sua bacheca anche un trofeo: la coppa Italia 1996/97 che porterà il Vicenza in Coppa delle Coppe, torneo in cui la squadra veneta viene piegata solo in semifinale da un grande Chelsea.
La carriera da allenatore inizia proprio nel Vicenza, ma è nel Mantova che si mette in luce riuscendo a guadagnare due promozioni in due anni dalla C2 alla B. Sfiora anche la promozione nella massima serie ma perde i play-off contro il Torino. Nel 2007 fa l’esordio come tecnico in serie A con il Parma in una stagione piuttosto deludente, mentre nel 2008 prende per la prima volta le redini del Chievo Verona salvandolo per due anni consecutivi. Viste le buone prestazione è chiamato a sostituire Del Neri alla Sampdoria per affrontare i preliminari di Champions: la squadra di Di Carlo verrà sconfitta dal Werder Brema. La stagione diventa terribile per la Sampdoria e il tecnico viene esonerato quando i liguri entrano nella zona calda (poi i blucerchiati retrocederanno). Nell’estate 2011 viene ingaggiato nuovamente dal Chievo Verona che conduce fino ad oggi: con 44 punti a tre giornate dal termine la salvezza è ad un passo.

LA TATTICA – Le squadre allenate da Di Carlo hanno come impostazione base quella del 4-4-2 che può diventare un 4-3-1-2 nel caso in cui vi siano trequartisti in grado di interpretare il ruolo. Con il Chievo la tattica utilizzata è proprio quest’ultima, con una predisposizione ad un grande equilibrio tattico. La squadra di Di Carlo si basa sulle capacità del capitano Pellissier supportato da Paloschi. Il ruolo di trequartista è di Thereau o Sammarco. A centrocampo spicca l’americano Bradley che ha ben figurato in questa stagione. In difesa il vero tassello determinante è Sorrentino che è un grande valore aggiunto per la formazione.

I PRECEDENTI CON LA ROMA – Nono confronto ufficiale tra Di Carlo e la Roma, con il bilancio che pende fortemente per la formazione giallorossa: sono 6 le vittorie della Roma, mentre una volta Di Carlo ha avuto la meglio e 1 volta la partita è terminata con un pareggio. In particolare con Di Carlo sulla panchina del Chievo Verona, la Roma ha vinto entrambe le volte. Con Luis Enrique l’unico match in cui ha affrontato il tecnico di Cassino è stato all’andata di questa stagione. In quella circostanza la Roma si è imposta per 2-0 grazie ai due rigori trasformati da Totti.

CURIOSITA’ – Di Carlo è stato protagonista, suo malgrado, di uno dei siparietti più tristi nel calcio italiano; e la parola calcio mai fu così appropriata. Il riferimento è al periodo in cui Di Carlo allenava il Parma e nel match contro il Catania di Baldini, dopo uno screzio verbale, il tecnico degli etnei colpi con un calcio nel sedere Di Carlo. I due vennero prontamente separati e successivamente arrivarono le scuse di Baldini.

Sara Mascigrande