Roma Calcio » AS Roma News » Serie A, Balbo: ”Luis Enrique deve abituarsi al calcio italiano”

Serie A, Balbo: ”Luis Enrique deve abituarsi al calcio italiano”

L’ex calciatore è stato sia nella Roma che nella Fiorentina ed ha parlato della sfida che vedrà contrapposte le sue due ex squadre

Balbo insieme a Batistuta e Gurenko nella Roma (Getty Images)

SERIE A BALBO LUIS ENRIQUE CALCIO ITALIANO / WEB – Abel Balbo è stato nella Roma dal 1993 al 1998, per poi tornare nel 2000 e rimanere fino al 2002. Nel periodo di mezzo è stato alla Fiorentina. I giallorossi ed i viola si affronteranno domani pomeriggio allo stadio Olimpico. L’ex calciatore argentino, quindi, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Lady Radio sulla partita in esame:

Roma malconcia, Fiorentina invece che è sembrata squadra in salute contro l’inter. Chi sta meno peggio?

Sicuramente nessuna delle due è in gran salute. Forse la Fiorentina sta meglio, perché la classifica corta obbliga i viola a dare sempre qualcosa in più. La Roma invece ha tanti problemi, soprattutto c’è molta confusione nell’ambiente giallorosso.

Jovetic ce la fa, e Cerci probabilmente sarà al suo fianco, che ne pensi?

Logicamente dipende da come intende preparare la partita Rossi. Secondo me l’importante è non dare punti di riferimento all’avversario, perché la Roma soffre queste situazioni, meglio fare movimento.

Cosa pensi di Rossi, rimarrà l’anno prossimo? Cosa pensi dei continui cambi di modulo? E Luis Enrique?

Penso che Rossi sia un allenatore straordinario, sta cambiando parecchio perché non vede la squadra andare come lui vorrebbe. La Fiorentina, per l’anno prossimo, può puntare su di lui senza problemi, ha sempre fatto molto bene. Per come lavora lui, l’importante è che cominci fin dall’inizio la stagione. Luis Enrique, invece, ha portato in Italia il calcio spagnolo che è meno difensivista, e poi ha fatto giocare molti giocatori fuori ruolo, e alla lunga non è buona cosa. Deve sicuramente abituarsi al calcio italiano. È un lavoratore serio, preparato, che ha le sue idee che porta avanti nonostante tutto, però far giocare De Rossi terzino contro la Juventus non va bene, ma sono errori che ci stanno nel primo anno in una situazione nuova.