Roma Calcio » AS Roma News » Calcioscommesse, Cosa rischiano la Lazio, Conte & Co.

Calcioscommesse, Cosa rischiano la Lazio, Conte & Co.

Sono partiti i primi arresti che stanno facendo tremare il mondo del pallone e coinvolgono anche due club importanti della serie maggiore

CALCIOSCOMMESSE / WEB – La palla ora è nelle mani del procuratore Palazzi e del pool dei suoi investigatori. Nomi di spicco sono saltati fuori dal cilindro nero del calcioscommesse tra cui, in primis, quello del neocampione d’Italia Antonio Conte.

Le accuse per il mister bianconero risalgono ai tempi in cui allenava il Siena e quindi sarebbe il club toscano a dover rispondere (eventualmente) per responsabilità oggettiva. La Juventus potrebbe essere coinvolta se Conte fosse deferito per associazione a delinquere (art.9) mettendo così a rischio la sua partecipazione alla Champions.

I processi si terranno a luglio, massimo agosto, in tempo per dare alla Uefa la lista delle squadre italiane partecipanti alle Coppe.

ALLENATORI E CALCIATORI: in caso di omessa denuncia la squalifica è di 8 mesi, ma può scendere a 3-4 mesi se il calciatore, o l’allenatore, patteggia. In caso di illecito invece è molto più pesante: da tre anni sino alla radiazione.

Se Antonio Conte fosse quindi considerato colpevole, la Juventus sarebbe costretta a cercarsi un nuovo allenatore e, a quanto pare, uno dei nomi sarebbe quello di Pep Guardiola.

CLUB: si va dalla retrocessione all’ultimo posto in classifica (in caso di responsabilità diretta) sino alle penalizzazione. Essa deve essere afflittiva, se non incide sulle classifiche appena chiuse, e va scontata la prossima stagione sportiva (è successo lo scorso anno all’Atalanta).

Da sottolineare il fatto che se Stefano Mauri fosse condannato dalla giustizia sportiva, la Lazio potrebbe avere, come responsabilità oggettiva, non solo una penalizzazione da scontare il prossimo anno ma rischierebbe seriamente di non partecipare all’Europa League: infatti per la Uefa basta anche solo un “coinvolgimento” diretto o indiretto per essere esclusi.

A prenderne il posto, quasi una beffa del destino per i biancocelesti, proprio la Roma…

Sara Mascigrande