Roma Calcio » AS Roma News » Rassegna Estera, ‘Bild’: “Non voglio più sentir parlare della finale”

Rassegna Estera, ‘Bild’: “Non voglio più sentir parlare della finale”

Il tecnico della Germania in una breve intervista a pochi giorni dall’inizio di Euro 2012

Il tecnico della Germania Joachim Löw

RASSEGNA ESTERA LOEW INTERVISTA / WEB – Intervista del quotidiano Bild al tecnico della Germainia Joachim Loew:

Ha paura che la Germania venga eliminata nel turno preliminare del Campionato Europeo?

No, io non ho! Perché la squadra ha buona qualità ed è in grado di reagire bene in situazioni stressanti. Il girone è difficile, ma sono fermamente convinto che sopravviveremo“.

Joachim Loew si dimette se la Germania viene eliminata nel turno preliminare?

Non penso che verremo eliminati nel turno preliminare.”

Sarebbe una delusione…

Ora pensiamo solo al Portogallo, il primo avversario. I giocatori devono concentrarsi sulla prima partita contro il Portogallo e nient’altro!”.

Lahm contro il Portogallo gioca terzino destro, in modo da poter contenere Ronaldo?

“No, che non è ancora deciso. Contro l’Israele gioca a sinistra, e poi prenderò la decisione in Polonia. Non voglio un duello 1-1 con Ronaldo. “

Schweinsteiger non sarà ancora non al 100%…

“Abbiamo lavorato con Klose, Mertesacker, Schweinsteiger o quattro giocatori che sono stati infortunati a lungo. Devo vedere come verrà preparato per cinque o sei partite. Schweinsteiger si è allenato intensamente, ma posso dire che è difficile sapere quando sarà al 100 per cento “.

Joachim Loew ha detto ai propri giocatori di cantare l’inno durante i Campionati Europei?

“Pensiamo sia sempre un bene quando i giocatori cantano l’inno, ma ognuno deve decidere per se stesso. Questo non ha nulla a che fare con me per l’identificazione. Per me l’importante è sapere che un giocatore sente il piacere e la gioia di indossare la divisa tedesca. Questo è fondamentale. Pertanto è anche un aspetto importante di integrazione se non forziamo a cantare l’inno“.

Quale sarà il suo futuro?
“Ho un contratto come allenatore della Nazionale fino alla Coppa del Mondo 2014 in Brasile e voglio rispettarlo”.

Per leggere tutte le altre notizie del ‘Bild’ clicca qui: