Roma Calcio » AS Roma News » Rassegna Estera, ‘The Times’, Capello: “Mi piacerebbe allenare in Premier”

Rassegna Estera, ‘The Times’, Capello: “Mi piacerebbe allenare in Premier”

Il tecnico di Pieris dopo l’addio alla nazionale inglese ha confessato al noto quotidiano anglosassone di non disdegnare un nuovo impiego

Fabio Capello potrebbe tornare ad allenare

RASSEGNA ESTERA CAPELLO PREMIER / WEB – Fabio Capello potrebbe tornare ad allenare in Gran Bretagna, almeno secondo la propria volontà espressa al quotidiano Times, ammettendo di non disdegnare troppo un ritorno in panchina proprio nel campionato inglese.

Allenare in Inghilterra sarebbe molto interessante per me perche’ conosco molto bene le squadre e i giocatori e tutto sarebbe meno difficile, e poi il mio inglese non e’ cosi’ cattivo – spiega il 65enne tecnico di Pieris – Tutte le panchina in Inghilterra sono occupate ma se qualcuno mi offrisse la possibilita’ di essere competitivo, perche’ no?” “Non ho avuto contatti con alcun club inglese – ha detto ancora Capello – ma ho rifiutato alcune proposte da altri Paesi perche’ aspetto un’offerta che sia interessante. E quando dico ‘interessante’ non mi riferisco ai soldi ma al valore della squadra. Io non lavoro per i soldi, voglio allenare una squadra che vuole vincere qualcosa se possibile. Sarebbe bello trovare una societa’ che abbia grandi motivazioni per arrivare al top. Vorrei allenare una squadra che giochi in Champions League e che lotti per tanti trofei. Se arrivasse una sfida eccitante, accettero’. Ho rifiutato ottime offerte, con tanti soldi in ballo, da club cinesi e di altri Paesi. Se poi non trovassi la squadra che voglio, tornero’ a fare il commentatore. Ho gia’ una proposta“.

Capello non torna sul suo addio ai Tre Leoni ma approva la decisione della Football Association di nominare Hodgson come suo successore. “Conosco Roy da quando allenava in Italia e l’ho incontrato spesso negli ultimi anni – commenta – Credo sia un allenatore molto bravo ed esperto, e’ un’ottima scelta e gli auguro tutto il meglio per il futuro e per gli Europei“.