Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Roma Channel, Stekelenburg: “Il problema alla spalla ce l’ho da dicembre. Voci infondate sul futuro”

Roma Channel, Stekelenburg: “Il problema alla spalla ce l’ho da dicembre. Voci infondate sul futuro”

Il portiere olandese della Roma ha parlato al canale tematico giallorosso chiarendo le proprie condizioni fisiche e il proprio futuro

Maarten Stekelenburg portiere della Roma

ROMA CHENNEL STEKELENBURG / WEB – Il portiere olandese Maarten Stekelenburg ha risposto alle domande dell’emittente satellitare Roma Channel, chiarendo l’entità del suo problema alla spalla che lo sta costringendo a saltare le ultime gare stagionali della Roma e smentendo le voci che lo volevano in rottura con l’ambiente capitolino.

L’intervista di Roma Channel:

Come stai dal punto di vista fisico, Maarten?
“Le cose vanno meglio, è un problema che mi porto dietro da dicembre, ho continuato a giocare lo stesso sperando che guarisse, ma adesso il dolore è troppo forte per permettermi di giocare”.

Ci sono molte voci, chiacchiere sul tuo futuro.
“Non riesco a capire da dove provengano queste voci, non è neanche un anno che sono qui e già dicono che io voglia andar via da qui. Non so proprio come possano scrivere queste cose, non capisco”.

Dicono che vuoi andar via e che stai pensando solo a preparare bene i campionati europei e la prossima stagione lontano da Roma. Puoi smentire queste cose?
“Chi sostiene questo è uno stupido. Io non voglio neanche cominciare discussioni su questo, è troppo stupido. Io vorrei giocare tutte le partite, amo giocare, è la mia vita. Non sono neanche sicuro di poter giocare gli Europei. La gente scrive storie che non esistono per me”.

Ma pensi di poter giocare l’ultima di campionato?
“E’ dura, sto facendo le terapie, dovremo vedere nei prossimi giorni”.

Un messaggio per i tifosi dopo una stagione non troppo fortunata. Possono avere più speranze per il futuro?
“Se vinciamo le ultime due partite possiamo raggiungere la qualificazione europea. La prossima stagione di sicuro dovremo fare meglio”.