Roma Calcio » AS Roma News » As Roma, Feliziani: “Abbonamenti? Raggiunto più del 70-75% dei rinnovi rispetto a scorsa stagione”

As Roma, Feliziani: “Abbonamenti? Raggiunto più del 70-75% dei rinnovi rispetto a scorsa stagione”

Il responsabile della biglietteria giallorossa: “Il ritorno di Zeman ha fatto sì che ci fosse maggiore attenzione…”

Carlo Feliziani in una recente conferenza stampa

AS ROMA FELIZIANI ABBONAMENTI / WEB – Intervistato da Radio Ies, il responsabile della biglietteria As Roma, Carlo Feliziani, ha fatto il punto della situazione abbonamenti in casa giallorossa. Ecco le sue parole:

Questo entusiasmo per gli abbonamenti è dovuto al ritorno di Zeman o al fatto che la Roma ha lottato con le istituzioni per la sottoscrizione dell’abbonamento senza Tessera del Tifoso?
“Bisognerebbe chiederlo ai tifosi. Quest’anno abbiamo raggiunto più del 70%-75% dei rinnovi rispetto alla scorsa stagione, un dato importante perché è in controtendenza agli ultimi anni. Da questa mattina siamo oltre i 1500 abbonamenti venduti, sta andando molto bene. C’è grande entusiasmo, è chiaro che l’arrivo di Zeman ha fatto si che ci fosse una maggior attenzione. Anche le modalità di vendita possono aver smosso gli appetiti, soprattutto per chi voleva modalità più semplici rispetto a quelle classiche. Questo ha concorso a questi dati, speriamo continuino in futuro“.

Il 30% che non ha rinnovato. Figlio del fatto che è stata unificata la Tribuna Tevere?
“No, è fisiologico che una percentuale variabile, il 30-40%, non rinnovi nella prima fase. Per me è importante il dato dei rinnovi, negli ultimi anni quella percentuale era più bassa. I nuovi passaggi e nuove modalità non hanno tanto inficiato la riconferma o meno, ma in qualche caso ha fatto si che si passasse in un altro settore, magari dalla Tevere alcuni si sono spostati nei Distinti Nord, riservati alle famiglie. Probabilmente quell’abbonato figura sempre come rinnovato, anche se ha cambiato settore“.

Perché è stata unificata la tribuna?
“I motivi sono molti, avevamo ricevuto lo scorso anno delle accorate segnalazioni del fatto che chi aveva la Tevere lo scorso anno era molto disagiato, e se volevano passare da laterale a centrale avrebbero dovuto pagare prezzi importanti. E nei big match i posti migliori venivano poi accaparrati dal tifoso occasionale, anche questo creava malumori. Si è scelto di fare questo tentativo, di tornare all’antico, senza differenziazioni. In modo che chi sta in Tevere laterale si può spostare con dei costi tutto sommato inferiori rispetto alla scorsa stagione, 130 contro i 230 dello scorso anno, e migliorare di molto la loro visibilità. in tutto questo gioco chi aveva la laterale lo scorso anno è stato penalizzato, chi aveva la centrale invece è stato beneficiato da questo spostamento perchè paga anche meno rispetto alla scorsa stagione“.

Se dovete fissare una cifra, a quanto sperate di arrivare?
“Per scaramanzia nessun responsabile di una biglietteria si azzarderebbe a fare previsioni. Fare anche solo un abbonamento in più significherebbe aver migliorato, ma non sono queste le nostre previsioni. Vorremmo tornare ai fasti di 3-4 anni fa, quando stavamo al di sopra dei 22-25.000 abbonati, che consideriamo lo zoccolo duro. Migliorare quella cifra sarebbe veramente importante”.


Come procede la vendita dei biglietti della tourneè americana?
Per le notizie che siamo riusciti ad avere c’è il sold-out. Le prelazioni per i tifosi della Roma sono scadute, credo che già le amichevoli Chicago e Boston credo che siano ampiamente in sold-out“.