Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Esclusiva Asromalive.it, Cappioli: ”Zeman è l’uomo ideale, porterà entusiasmo ma servono acquisti”

Esclusiva Asromalive.it, Cappioli: ”Zeman è l’uomo ideale, porterà entusiasmo ma servono acquisti”

L’ex calciatore Massimiliano Cappioli, alla Roma dal 1993 al 1996, ai microfnoni di asromalive.it, ha fornito le sue impressioni sulla passata stagione e sul prossimo mercato

L'ex centrocampista giallorosso Massimiliano Cappioli

ESCLUSIVA  ASROMALIVE.IT CAPPIOLI ZEMAN UOMO IDEALE ENTUSIASMO ACQUISTI / WEB – Chi non ricorda quel 27 Novembre 1994, quando la Roma guidata da Carletto Mazzone impose un secco 0 – 3 alla Lazio di Dino Zoff? Il secondo gol venne messo a segno da Massimiliano Cappioli che sfruttò un assist in area di Francesco Moriero infilando la palla sotto la traversa. L’ex centrocampista, che fu alla Roma prima nella stagione 1987/1988, poi dal 1993 al 1996, ha concesso un’intervista in esclusiva al nostro sito. Cappioli ha parlato della stagione appena conclusa, delle scelte della dirigenza per il futuro e dei prossimi Europei.

Cosa è mancato alla Roma di Luis Enrique in questa stagione?

È mancata la squadra, non era una squadra competitiva. Soprattutto in difesa, dove hanno sofferto tantissimo.

Secondo lei, Zeman potrebbe essere l’uomo ideale in questo momento?

Sì, sarebbe l’uomo ideale e riporterebbe entusiasmo ma bisogna fare acquisti. Acquisti mirati, da grande squadra, da grande città, come è la Roma e tutto verrà perché l’allenatore è buono, sa quello che vuole. Se però non hai una forte difesa è dura per tutti.

Dunque, la difesa prima di tutto. La Roma dovrebbe fare anche altro in vista del prossimo mercato?

Sì, anche a centrocampo e in attacco. Vogliamo grandi giocatori affermati. In tutti i ruoli del campo ci vogliono grandi acquisti.

Abbiamo detto che quest’anno la squadra è mancata. Se la sente di assolvere qualcuno?

Assolverei tutti perché è stata una nuova annata per tutti: un nuovo allenatore, un nuovo presidente, un nuovo modulo di gioco. Assolvo tutti ma rimbocchiamoci le maniche e speriamo che il prossimo anno sia ad altissimi livelli.

Lei è d’accordo con le scelte fatte da Prandelli?

Sono d’accordo, Prandelli ha le idee chiare. I giovani sono giocatori che hanno voglia di far bene, di mettersi in mostra. Sono scelte giuste e diamo fiducia a questo collettivo e a questo allenatore.

Chi vincerà l’Europeo?

Speriamo l’Italia. Sarà difficile perché ci sono tante squadre tra cui Olanda ed Inghilterra. Insomma, sarà dura perché ci sono veramente belle squadre quest’anno.

Intervista realizzata da Marco Pennacchia