Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Rubrica – Aspettando Euro 2012: Italia

Rubrica – Aspettando Euro 2012: Italia

Decimo appuntamento con la rubrica di approfondimento di Asromalive.it sulle 16 compagini che disputeranno l’Europeo estivo. Oggi è il turno della nazionale azzurra

La selezione azzurra per Euro 2012

RUBRICA ASPETTANDO EURO 2012 ITALIA / WEB – Tante speranze e poche certezze nella sintesi dell’Italia che si presenterà ai nastri di partenza di Euro 2012. La nazionale compatta e vincente capace di salire sul tetto del mondo nel 2006 con Marcello Lippi alla guida è solo una lontana parente della squadra che ad oggi appare in calo rispetto alle avversarie dirette continentali. Positivo comunque il girone di qualificazione affrontato dagli uomini del ct Prandelli, capaci di vincere con merito il gruppo C con 26 punti totali, frutto di 8 successi e due pareggi con la bellezza di sole due reti subite in tutta la durata delle eliminatorie. L’Italia è stata inserita nel girone C dell’Europeo assieme a Spagna, Irlanda e Croazia.

I precedenti agli Europei. Campione nella prima edizione a cui ha partecipato, quella casalinga del 1968, l’Italia non è mai riuscita a bissare il successo continentale nei tornei successivi. Gli azzurri hanno raccolto un quarto posto finale nel 1980, altra edizione ospitata proprio sul suolo italiano, un’eliminazione alle semifinali nel 1988 ed infine un secondo posto nel 2000. Amaro in bocca proprio nell’Europeo disputato fra Olanda e Belgio, visto che gli uomini di Zoff persero la finale contro la Francia ai tempi supplementari, complici la rete in extremis di Wiltord ed il raddoppio decisivo di Trezeguet, quando valeva ancora il terribile metodo del ‘Golden Gol‘.

Il commissario tecnico. Cesare Claudio Prandelli è il ct dell’Italia dall’estate 2010, dopo il fallimento della spedizione ai Mondiali sudafricani. Nato a Orzinuovi (BG) nel 1957, Prandelli è stato un ottimo difensore con le maglie di Atalanta e Juventus a cavallo tra gli anni ’70 e ’80. Ha cominciato la carriera in panchina proprio nelle giovanili del club orobico, facendosi però conoscere dal grande pubblico alla guida del Verona, conquistando la promozione nel 1999. Buone prove poi come allenatore di Venezia e Parma, una piccola parentesi alla Roma, terminata troppo presto per motivi familiari, poi la Fiorentina, club nel quale ha brillato dimostrando tutto il suo valore di tecnico esperto e moderno. Con i viola è riuscito per due anni di seguito a qualificarsi alla Champions League.

La stella. La Nazionale azzurra ha perso molti dei suoi campioni e uomini simbolo del passato anche recente; è difficile oggi trovare dei corrispettivi per i vari Baresi, Maldini, Baggio o Totti, ma certamente il talento eclettico e polivalente di Daniele De Rossi può essere considerato un’arma in più del clan italiano. Il centrocampista della Roma è un vero e proprio factotum della squadra di Prandelli, visto che negli ultimi anni ha incarnato diversi ruoli, da regista a mezzala, fino ad essere provato anche da centrale di difesa. Titolare indiscusso nell’undici azzurro, De Rossi ha collezionato ben 72 presenze con la maglia della nazionale maggiore e realizzato 10 reti. Ha vinto nel 2004 il bronzo con la selezione olimpica ad Atene, è stato campione del Mondo nel 2006 e dopo Buffon e Pirlo è il più presente tra gli azzurri convocati per Euro 2012.

La Rosa ufficiale per Euro 2012:

Portieri: 1. Buffon (Juventus), 12. Sirigu (Paris st. Germain), 14. De Sanctis (Napoli)

Difensori: 2. Maggio (Napoli), 3. Chiellini (Juventus), 4. Ogbonna (Torino), 6. Balzaretti (Palermo), 7. Abate (Milan), 15. Barzagli (Juventus), 19. Bonucci (Juventus)

Centrocampisti: 5. Thiago Motta (Paris st. Germain), 8. Marchisio (Juventus), 13. Giaccherini (Juventus), 16. De Rossi (Roma), 18. Montolivo (Fiorentina), 21. Pirlo (Juventus), 22. Diamanti (Bologna), 23. Nocerino (Milan)

Attaccanti: 9. Balotelli (Manchester City), 10. Cassano (Milan), 11. Di Natale (Udinese), 17. Borini (Roma), 20. Giovinco (Parma)

Keivan Karimi