Roma Calcio » AS Roma News » Rubrica – Aspettando Euro 2012: Russia

Rubrica – Aspettando Euro 2012: Russia

Terzo appuntamento con la rubrica di asromalive.it riguardo le 16 squadre partecipanti agli Europei di Polonia e Ucraina

La formazione della Russia

RUBRICA ASPETTANDO EURO 2012 RUSSIA  / ASROMALIVE – L’attuale nazionale russa è l’erede di quella che fu la Nazionale dell’Unione Sovietica cui confluivano i calciatori provenienti da tutto l’impero. Con la caduta del blocco orientale, conseguentemente, si sfaldò anche quella formazione, dalle cui ceneri è nata l’attuale rappresentativa russa nel 1992.

La qualificazione all’Europeo 2012, ottenuta grazie al raggiungimento del primo posto all’interno del modesto girone B (dove figurava anche l’Irlanda), le apre le porte al torneo delle grandi d’Europa.

I sorteggi avvenuti a Kiev il 2 dicembre dello scorso anno hanno posto la Russia nel girone A in compagnia di Grecia, Repubblica Ceca e dei padroni di casa della Polonia. La formazione, proprio ieri, ha superato l’Italia con un netto 3-0 a Zurigo nell’ultima amichevole prima dell’inizio delle competizioni ufficiali.

I precedenti agli Europei. Attualmente classificata al 11esimo posto del Ranking Fifa (un posto sopra all’Italia), la Russia ha raggiunto il miglior risultato della sua storia nell’ultima edizione degli Europei: la nazionale guidata dall’olandese Guus Hiddink eliminò la favorita Olanda e fu la Spagna, che poi si aggiudicherà il torneo, ad arrestare il suo cammino ad un passo dalla finale con un sonoro 3-0.

Il commissario tecnico. A guidare la selezione in rosso dal luglio 2010 è l’olandese Richard Advocaat. Il tecnico ha allenato moltissime nazionali, tra le altre l’Olanda, la Corea del Sud e il Belgio. Non è però la sua prima esperienza in terra russa: Advocaat tra il 2006 e l’estate 2009 è stato tecnico dello Zenit prima dell’avvento sulla panchina della compagine di San Pietroburgo di Luciano Spalletti. Nel suo palmares spicca la coppa UEFA ottenuta proprio alla guida dello Zenit nel 2007-08.

La stella. Senza alcun dubbio il giocatore più rappresentativo della selezione russa è Andrey Arshavin. Il 31enne numero 10 della Russia unisce tecnica e velocità ed ha un’ottima propensione al gol: con la maglia della sua nazionale ha realizzato ben 88 reti in 135 incontri. Arshavin dopo l’esperienza in Inghilterra nell’Arsenal è tornato in patria allo Zenit e con la maglia della squadra della sua città ha ottenuto lo scudetto in questa ultima stagione. Ma non è l’unico calciatore dello Zenit in nazionale: la squadra di Spalletti è il serbatoio maggiore per la selezione russa con ben 7 elementi all’attivo.

La rosa ufficiale di Euro 2012:

Portieri: Akinfeev (Cska Mosca), Malafeev (Zenit), Shunin (Dinamo Mosca).

Difensori: Anyykov (Zenit), Berezutski (Cska Mosca), Kombarov (Spartak Mosca), Sharonov (Rubin Kazan), Nababkin (Cska Mosca), Ignashevich (Cska Mosca), Granat (Dinamo Mosca), Zhirkov (Anzhi).

Centrocampisti: Denisov (Zenit), Izmailov (Sporting Clube de Portugal), Dzagoev (Cska Mosca), Zyryanov (Zenit), Shirokov (Zenit), Glushakov (Lokomotiv Mosca), Semshov (Dinamo Mosca).

Attaccanti: Arshavin (Zenit), Kokorin (Dinamo Mosca), Pavlyuchenko (Lokomotiv Mosca), Pogrebnyak (Fulham), Kerzhakov (Zenit).

Sara Mascigrande