Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » As Roma, Totti: “Il mio sogno era la maglia e la fascia da capitano della Roma”

As Roma, Totti: “Il mio sogno era la maglia e la fascia da capitano della Roma”

Il Capitano sul mercato, Zeman e la sua carriera calcistica con la Roma e la Nazionale

Francesco Totti

TOTTI FOX SOCCER / ASROMALIVE.IT – Il Capitano giallorosso Francesco Totti ha rilasciato una lunga intervista per il canale televisivo sportivo americano Fox Soccer.

Di seguito le sue parole:

Sei leader di questa squadra da tanti anni, hai battuto tanti record e vinto tanti trofei, dimostri la tua passione ogni volta che entri in campo. Cosa provi quando indossi la maglia della Roma e cosa invece quando indossi quella della Nazionale?
Sono due sensazioni differenti. Indossare l’una o l’altra non è la stessa cosa. A Roma sono cresciuto, era la mia ambizione, il mio sogno mettere la maglia e la fascia di Capitano. Ho vinto un campionato e diverse coppe con la Roma, saranno ricordi che porterò con me per sempre. Con la Nazionale ho deciso di ritirarmi dopo vinto una Coppa del Mondo perché era il massimo che si potesse ottenere con una nazionale. Oltre quello non c’è più niente (ride, ndr), anche quella è una maglia importantissima per me“.

Col passare degli anni cosa è diventato più difficile e cosa più facile? 
Più facile acquisire esperienza, più difficile continuare a migliorarti e rimanere al top. Roma è una città meravigliosa ma è difficile per il calcio, perché appena sbagli ti massacrano“.

Chi è il miglior allenatore per cui hai giocato e perché? 
Ne ho avuti tanti, ma il quelli che ho apprezzato di più sono Zeman e Spalletti, perché erano concentrati sulle tattiche offensive e sono due allenatori molto preparati“.

Che significa quando dici che condividi l’idea calcistica di Zeman?
La condivido perché il calcio offensivo è la cosa migliore per un attaccante, il suo tipo di calcio è differente da tutti gli altri“.

Chi vorresti alla Roma come nuovo acquisto?
Se dovessi fare i nomi che mi piacciono direi giocatori di fama mondiale, ma so che il club sta lavorando duro per acquistare giovani talenti promettenti utili per il presente e per il futuro. Sarà una buona squadra“.