Roma Calcio » AS Roma News » Mercato Roma, Zampa: “Roma prendi Cissokho”

Mercato Roma, Zampa: “Roma prendi Cissokho”

La voce principale delle telecronache giallorosse sul mercato

Zampa sul mercato

MERCATO ROMA / WEB – Carlo Zampa, ha rilasciato in esclusiva alla redazione di Sportnews.eu alcune dichiarazioni riguardanti il mercato e le aspettative per la nuova stagione della Roma.

Quali sono i tuoi tre nomi mercato che vorresti vedere nella Roma?:
“La priorità resta la difesa che va rifondata. Al momento l’unico certo, oltre a Burdisso che torna da un grave infortunio, è Castan, che tra l’altro ha saltato la preparazione di brunico. Mancano i laterali e non si può pensare di iniziare la stagione con Josè Angel a sinistra, considerando che Dodò dovrà recuperare dall’infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dai campi per otto mesi, e con Rosi e Taddei a destra. La società deve intervenire pesantemente sul reparto difensivo. Mi piacerebbe Cissokho, ma credo che sarà difficile e avrei anche cercato di prendere Silvestre come centrale. E’ fondamentale comunque che arrivino giocatori voluti da Zeman“.

Qual’è la tua opinione sul ritorno di Zeman sulla panchina della Roma?:
Sono molto contento per il ritorno del boemo e mi sono emozionato durante la sua conferenza stampa a Trigoria. Per lui è un’occasione importante, forse l’ultima della sua carriera e da ottimo allenatore e brava persona qual è sono certo che darà il 101% per fare rendere al massimo la Roma. Era nel suo destino tornare ad allenare la squadra giallorossa

Pensi che Baldini e Sabatini possano fare buoni acquisti sul mercato?:
“Sono ottimi dirigenti che sono qui per fare il loro lavoro nel migliore dei modi e non di certo per arrecare danni alla Roma. Aspetto la fine del mercato per dare un giudizio definitivo ma ho fiducia nelle loro capacità e so che daranno al Mister ciò che lui chiede per completare la rosa“.

Come immagini la prossima stagione della Roma?:
Non voglio pensare ad una stagione di transizione, mi è bastata quella dello scorso anno dove di errori ne sono stati commessi troppi e di occasioni ne abbiamo buttate al vento a bizzeffe. Spero in una Roma in perfetto stile zemaniano: votata all’attacco, difesa alta ma più accorta rispetto agli anni novanta, tanta tenuta fisica“.