Roma Calcio » AS Roma News » Mercato Roma, Zamparini: “Ho offerto il massimo possibile a Balzaretti”

Mercato Roma, Zamparini: “Ho offerto il massimo possibile a Balzaretti”

Il presidente del Palermo non rilancerà ulteriormente

Balzaretti

MERCATO ASROMA BALZARETTI ZAMPARINI /ASROMALIVE.IT – L’intrigo Balzaretti è sempre più in auge in casa Roma, oggi ne parla il presidente del Palermo Zamparini. E le sue sono come al solito parole chiare. Il vulcanico presidente si è così espresso sulla questione a Radio Radio

“E’ una situazione ancora un po’ in stallo, ho parlato con il giocatore, è ancora in grande imbarazzo. Gli ho fatto una proposta importante, un triennale importante, al top di quello che il Palermo può dare, aspettiamo quello che deciderà“.

Il Palermo lo vorrebbe ancora?

Sì, lo abbiamo sempre detto, con tutte le campane che gli son girate intorno, tranne quella del Psg che voleva lui, abbiamo aspettato, noi gli abbiamo fatto un’offerta importante, poi deciderà lui.

E’ il massimo che il Palermo può fare, il massimo dei nostri ingaggi, noi non abbiamo il fatturato di Roma e Napoli. Dopo c’è ancora l’incognita del corrispettivo da pagare, se lui decidesse, io gli ho dato 4-5 giorni per decidere perchè io devo prendere i nomi giusti, se decidesse di andare via va bene, altrimenti se rimane siamo felici.

E’ vero che gli ha proposto anche un futuro da team manager? Le offerte di Roma e Napoli sono vicine come le giudica?

Per un giocatore in scadenza di contratto sono cifre giuste, poi naturalmente sono cifre che devo spendere sul mercato per sostituirlo. 

A percentuali com’è la situazione?

Secondo me 45% Palermo, 45% Roma e 10% Napoli, fosse per me sarebbe 90% da noi, ma avendo parlato con lui so che a Napoli avrebbe dei problemi.

Non è una limitazione professionale quella che lui cerchi in ogni caso società che gli lasciano spazi infrasettimanali,

No, questo penso sia un’invenzione, io gli ho offerto altri 3 anni perchè so che lui a 35 anni se non ce la fa mi direbbe di smettere. Lui ambisce a giocare ancora.

Non poteva pensarci prima al rinnovo e non arrivare alla scadenza?

Perchè prima non c’è mai stata la ressa per lui, quindi io contavo di arrivare a scadenza e rinnovare con tranquillità, io l’offerta adesso l’ho ritoccata ancora di più. Dopo gli Europei si sono accorti che è molto forte e pensare che io l’ho preso dalla Fiorentina che nessuno lo faceva giocare! Per mia sfortuna si è fatto male un giocatore e hanno richiamato lui perchè in realtà Balzaretti era fuori.

Dubbi

Non ci sono dubbi, c’è la famiglia, la moglie è una ballerina a Parigi, Roma è una bella città, la Roma è una società importante, mettendomi nei suoi panni sarebbe un’occasione giusta. Io faccio l’esempio di Migliaccio: dopo 5 anni mi ha detto di essere stanco e di voler cambiare aria e ha detto di non pretendere una top ma anche una società normale. E’ una cosa naturale.

La Roma?

La Roma è vicinissima, ha parlato con Perinetti, io prima ho voluto parlare con il giocatore

Quindi la Roma ha fatto il massimo?

Sabatini si è mosso tantissimo, poi me l’ha portato lui a Palermo, è sempre stato un estimatore di Balzaretti, lo conosce bene e ha ottimi rapporti con lui. Ma il ragazzo è in grande difficoltà, lui vorrebbe rimanere a Palermo con tutto il cuore, ma ha tutte questa campane intorno, le società, l’agente, la moglie, ha tanta confusione intorno.

La Roma solo ora si è fatta viva?

No, da tempo si è fatta viva ma io prima lo consideravo incedibile, poi c’è stato sto maledetto europeo e un’escalation giornalistica su di lui, sembra che sia Ibrahimovic!

Di quanto diminuisce la potenzialità del Palermo e di quanto aumenta quella della Roma?

Quella della Roma la aumenta notevolmente, quella del Palermo non diminuisce di moltissimo, noi siamo una squadra di bassa cilindrata.

E’ una Roma da scudetto? Sarà più competitiva con Balzaretti?

Con Balzaretti e anche con Zeman la vedo competitiva, tutte le squadre lo sono, oggi lo dimostrano, anche con questo calcio alle Olimpiadi, non esistono più le squadre materasso.