Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Musarra (ag: Tachtsidis): ”Ha molta voglia e tenacia. Zeman saprà dove impiegarlo”

Roma, Musarra (ag: Tachtsidis): ”Ha molta voglia e tenacia. Zeman saprà dove impiegarlo”

Il socio di Yannis Evangelopoulos, agente di Panagiotis Tachtsidis, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul centrocampista greco voluto da Zeman

Il centrocampista difensivo greco Panagiotis Tachtsidis quando era a Verona

ROMA MUSARRA AG.TACHTSIDIS VOGLIA TENACIA ZEMAN / WEB – Giovedì scorso, in occasione dell’Open Day dell’Olimpico, Panagiotis Tachtsidis è stato presentato al suo nuovo pubblico. Prelevato dall’Hellas Verona, il ragazzo, classe ’91, è alla sua prima esperienza in un grande club, dopo che, prima di approdare in Veneto, aveva vestito le maglie di Genoa e Cesena. Il rappresentante italiano del giocatore e socio del suo agente, Francesco Musarra, è stato contattato dalla redazione di tuttomercatoweb.com, dove ha offerto una valutazione di Tachtsidis. Ecco le sue dichiarazioni:

Cominciamo con una descrizione a livello tecnico del giocatore….

E’ un giocatore dalla struttura fisica importante, quest’anno ha ricoperto il ruolo di centrocampista centrale in un centrocampo a tre. E’ un giocatore tecnicamente valido dotato di una buona visione di gioco, bravo nell’interdizione e nel gioco aereo e soprattutto tenace nel lavoro e voglioso di migliorarsi.

Come scoprì la prima volta il talento del ragazzo?

Il mio corrispondente, Evangelopoulos, agente del calciatore, mi invió alcuni video di Panagiotis che stuzzicarono la mia attenzione. Decisi quindi di andare in Grecia per visionarlo dal vivo e tutte le buone impressioni furono confermate. Non esitai quindi a proporlo all’allora dg del Genoa, Fabrizio Preziosi, che fu subito molto tempestivo ed attento nel prenderlo subito.

Dato per scontato il vostro grande lavoro, tuo e di Evangelopoulos, quali tappe sono state fondamentali per la crescita del ragazzo?

L’esperienza di quest’anno a Verona è stata fondamentale. Mandorlini gli ha permesso di maturare tantissimo sotto tutti i punti di vista, non smetteremo mai di ringraziarlo. Non dobbiamo però scordarci che la stagione precedente, dopo la parentesi di Cesena in cui non trovò spazio, Antonio Imborgia allora ds del Grosseto, ricordatosi del calciatore per averlo visto in una partita di nazionale giovanile, decise di portarlo a Grosseto consentendogli di assaggiare per la prima volta il campionato italiano.

Come credi che possa inserirsi negli schemi di Zeman?

Centrocampista centrale in un centrocampo a tre in questo momento. Queste però sono ovviamente decisioni che non spettano né a me né a lui. Zeman sa benissimo come intende impiegarlo.