Roma Calcio » A- Senza categoria » As Roma, Daniele De Rossi storia di un campione

As Roma, Daniele De Rossi storia di un campione

Ripercorriamo le tappe di questo giocatore

De Rossi simbolo giallorosso

AS ROMA STRIA DE ROSSI / ASROMALIVE.IT – Daniele De Rossi, Capitan futuro, ha sempre dimostrato l’amore verso la maglia giallorossa anche rifiutando importanti offerte estere. Ripercorriamo la carriera di questo simbolo giallorosso da quando venne lanciato da Capello nella stagione 2002-2003, totalizza 17 presenze in campionato e 6 in Coppa UEFA. Diventa anche titolare in Nazionale Under-21, con la quale a fine stagione vince il titolo europeo, alla sua ultima stagione. De Rossi nella sua prima stagione. Nel 2004-2005, a 21 anni diventa titolare nella Roma, e ad inizio stagione esordisce in Nazionale maggiore. Nella stagione seguente, con Spalletti allenatore, De Rossi torna ad essere un leader della squadra, tanto da meritarsi per la prima volta la fascia di capitano, il 15 marzo 2006 nella partita di Coppa UEFA contro il Middlesbrough. Daniele si dimostra anche un giocatore corretto, il 19 marzo, durante la partita Roma-Messina, De Rossi segna un gol di testa sfiorando la palla con la mano. L’arbitro convalida il gol, ma il giocatore con fairplay ammette l’irregolarità e la rete viene annullata. Nella stagione 2006-2007 ottiene la definitiva affermazione a livello internazionale. Il 17 maggio 2007 vince la sua prima Coppa Italia allo stadio San Siro contro l’Inter. Il 19 agosto 2007 allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, segna al 78′, su rigore, la rete che consegna la Supercoppa italiana ai giallorossi. Il 9 aprile 2008, durante i quarti di finale di Champions League di ritorno all’Old Trafford, calcia alto un rigore sullo 0-0. La Roma perderà la gara contro il Manchester United per 1-0 e non si qualificherà alla semifinale. In questa occasione De Rossi disse: “Questo è l’episodio più brutto della mia carriera“. Il 24 maggio 2008 vince la sua seconda Coppa Italia allo stadio Olimpico ancora contro l’Inter. Il 30 giugno prolunga il suo contratto con la società fino al 2012 con un compenso a partire da 7,2 milioni di euro lordi a stagione, rifiutando offerte da Milan, Manchester United e Real Madrid. Segna il suo primo gol in un derby l’11 aprile 2009 in un Lazio-Roma terminato 4-2.  Il 18 gennaio 2010 vince il suo secondo oscar del calcio: viene eletto Migliore calciatore italiano AIC 2009, battuto per il titolo assoluto da Zlatan Ibrahimović. Decide il match contro il Catania, con un tiro dal limite dell’area, consentendo alla Roma di passare il turno di Coppa Italia. Il 27 marzo 2010 segna il primo gol in Roma-Inter (2-1). Il 23 novembre 2010 nella partita casalinga di Champions League contro il Bayern Monaco segna il gol del momentaneo 2-2 contro i tedeschi, partita poi terminata con il successo dei giallorossi per 3-2. Il 4 febbraio 2011 viene eletto miglior atleta italiano dell’anno 2010 assieme alla nuotatrice Federica Pellegrini dall’Associazione Stampa Estera in Italia. Infine il 6 febbraio 2012 prolunga il suo contratto con la società fino al 30 giugno 2017. Il contratto prevede un quinquennale con un compenso lordo di 10 milioni di euro per ogni anno di durata del contratto. De Rossi rimane un punto fondamentale per la Roma e lo rimarrà fino a fine carriera.