Roma Calcio » AS Roma News » Londra 2012, Schwazer: “Non fatelo, non ha senso”

Londra 2012, Schwazer: “Non fatelo, non ha senso”

Un breve estratto della lunga conferenza stampa dell’atleta trovato positivo all’antidoping

Alex Schwarzer

LONDRA 2012 SCHAWER / ASROMALIVE.IT – A tratti veramente commovente la conferenza stampa di Alex Schwazer, campione di marcia che ha ammesso pubblicamente di aver fatto uso di Epo.

Di seguito qualche stralcio delle sue dichiarazioni:

Devo dire che adesso tutti dicono che sono delusi da me, giustamente. Però quando ho fatto queste scelte ho fatto tutto da solo per non mettere in difficoltà nessuno. Ad un certo punto non ce la facevo più e ho deciso questo passo. Mi dispiace è dire poco.

Voglio dire un’ultima cosa. La cosa importante è che io non voglio coprire nessuno, non voglio più tornare a correre, voglio fare una vita normale. Il signor Ferrari non c’entra assolutamente nulla. Non avrei problemi a dirlo. In questo momento è liberarmi di questo peso che io ho dentro.

A casa ho quattro medaglie: una olimpica, due mondiali e un europeo. Conta la famiglia e amici che oggi sono qua. Mettere tutto in gioco solo per andare forte in una gara non ha senso. Posso solo dire che chi ha il talento e ce la mette tutta con passione e non con dovere può arrivare dove vuole. A Pechino ho vinto perchè ero sereno. Non fatelo, perchè non ha nessun senso. Viviamo in un paese abbastanza bello. Non siamo morti di fame, o vinci le Olimpiadi o muori di fame, non è così. In altre nazioni non è così, la gente ha meno scelta. I ragazzi lo devono capire. Ho sempre pensato che per me è uno svantaggio, ma devi pensare che è un vantaggio. Tu stai già bene. Ti togli la pressione. Mi dovevo allenare 5 ore al giorno, mangiare 3 ore e dormire 12 ore. Solo se bevevo la birra con l’amico avevo sensi di colpa. I russi e i cinesi fanno così, devono fare così. Io ho la fortuna che non devo fare così.