Roma Calcio » AS Roma News » Mercato Roma, Dario Canovi parla del mercato estivo giallorosso

Mercato Roma, Dario Canovi parla del mercato estivo giallorosso

Il decano dei procuratori italiani elegge la Roma regina del mercato estivo

Dario Canovi, il "decano dei procuratori italiani"

MERCATO ROMA CANOVI ESCLUSIVA ROMANEWS.EU / ASROMALIVE.IT – La redazione di Romanews.eu in esclusiva ha intervistato il decano dei procuratori italiani Dario Canovi per fare il punto sulla campagna acquisti estiva giallorossa. Qui di seguito riportiamo l’ intervista integrale:

Mancano 15 giorni alla chiusura del mercato estivo, come giudica la campagna acquisti della Roma fino a questo momento?

“Quella della Roma sino ad ora è un ottimo mercato: è il miglior mercato fatto dalle squadre italiane”.

La Roma deve lavorare ancora sul difesa: quali tra i nomi che circolano in questi giorni potrebbe arrivare nella capitale tra Uvini, Rodholfo, Marquinhos e Lovren?

“Sono tutti nomi molto validi, sono dei buoni giocatori. Marquinhos è un giovanissimo, per cui è più ‘futuribile’. Io penserei ad un difensore più esperto piuttosto che ad un giovanissimo. Di giovane la Roma ha già Romagnoli. Opterei per un giocatore più collaudato”.

Romagnoli potrà trovare spazio nella difesa titolare della Roma nella stagione che sta per cominciare?

“Sicuramente troverà spazio, ma non so se sarà uno dei titolari: secondo me è rischioso far giocare un giovanissimo dentro l’area. Però mi fido molto di Zeman: se lui lo farà giocare, vorrà dire che lo riterrà  maturo e pronto, per cui mi affido alla saggezza tattica del boemo”.

Il club giallorosso è riuscito a sfoltire anche la rosa, con operazioni che hanno abbassato notevolmente il monte ingaggi. Molti i partenti eccellenti, c’è ne è uno che sarebbe potuto ancora essere utile alla squadra?

“Secondo me Pizarro poteva ancora essere utile alla Roma. Non so se lui ne avesse voglia, ma è un giocatore importante. E’ anche vero che Pizarro aveva un altro anno di contratto e poi voleva tornare a casa. Per cui, tutto sommato, non è stata un’operazione sbagliata quella di lasciarlo andare alla Fiorentina per un anno”.

Da qui al 31 agosto si aspetta qualche altra cessione importante da parte della Roma?

“Beh, c’è ancora Borriello, per cui penso che la cessione che la Roma farà sarà quella dell’attaccante napoletano. Non credo ce ne saranno altre”.

De Rossi è sempre nel mirino del Manchester City e Sabatini ha fatto capire che in caso di un’offerta clamorosa la società potrebbe sedersi a tavolino per trattare. Qual è la cifra che potrebbe far vacillare la Roma secondo lei?

“Non ci  credo, non credo che lo venderanno mai. Sabatini è stato molto chiaro: ha detto che è incedibile a meno che non arrivino offerte di quelle che non si possono rifiutare. Ovvero cifre che, tranne due-tre club, nessuno può permettersi. E non penso che il Manchester City voglia prenderlo, visto che fino a questo momento non ha fatto mercato. Certo, se arriva un’offerta da 50 milioni la Roma ci penserà… e sarebbe stupido non pensarci”.

Osvaldo piace a molti club all’estero e in Italia: la Roma potrebbe lasciarlo partire dopo l’acquisto di Destro?

“No, secondo me Osvaldo non lo lasciano partire”.

Un consiglio per gli acquisti?

“Io a Sabatini non do più consigli (ride, ndr). Un giocatore però glielo suggerirei: è un giovane che in questo momento milita nella Primavera del Genoa, un giovanissimo di cui non posso ora fare il nome. Se avessi un colloquio a quattrocchi con Sabatini glielo consiglierei”.

Può rivelarci almeno in che ruolo gioca?

“No, non posso dirlo (ride, ndr)”.