Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Roma, Prandelli: “Mi intriga il progetto Roma affidato a Zeman”

Roma, Prandelli: “Mi intriga il progetto Roma affidato a Zeman”

Intervista a tutto tondo del Corriere dello Sport al mister della Nazionale, Cesare Prandelli

Il ct della Nazionale, Cesare Prandelli

ROMA PRANDELLI ROMA ZEMAN / ASROMALIVE.IT – In un’intervista rilasciata questa mattina per il quotidiano sportivo romano, il ct degli azzurri Cesare Prandelli ha espresso alcuni giudizi sulla Roma e su alcuni dei suoi giocatori più rappresentativi, Destro, Osvaldo e De Rossi. Parlando della squadra giallorossa ha dichiarato: “Mi intriga il progetto Roma, affidato a Zeman, alla qualità del gioco e al suo calcio offensivo”.

Per Daniele De Rossi ha speso parole al miele, elogiando il valore della sua scelta di rimanere nella Capitale: “Già la scorsa settimana lo avevo ritrovato maturo come sempre, sereno, equilibrato. Lui è semplicemente una persona a modo; quando uno riesce con una battuta a sdrammatizzare una situazione delicata o a far capire a tutti il proprio pensiero, vuol dire che la tua serenità è totale. E io dico, di cuore: meglio che sia rimasto a Roma, i giocatori della Nazionale come lui che restano nel nostro campionato alzano il tasso tecnico, diventando dei riferimenti per i giovani…“.

Discorso Destro: “Ha fatto il salto di qualità la stagione scorsa con Sannino, che ora lo ha inquadrato, gli ha fatto capire l’importanza della fase intermedia. Un attaccante ora deve saper lavorare nella maniera giusta, e i suoi adesso sono movimenti da ragazzo che ha lavorato settimanalmente su certi schemi. Quest’anno avrà l’opportunità di migliorarli e perfezionarli“.

Ultima battuta per l’italoargentino Osvaldo, apparentemente uscito dal giro azzurro: “E’ un attaccante da seguire, e fino a poco prima degli Europei era nei miei pensieri. Poi ho fatto altre scelte perché nelle ultime partite di campionato l’ho visto molto nervoso. Anche lui deve stare tranquillo, non assumersi responsabilità oltre quelle che gli competono“.