Roma Calcio » AS Roma News » Interviste Esclusive » Serie A, Maran (all. Catania): “Zeman è bravo, ha portato entusiasmo”

Serie A, Maran (all. Catania): “Zeman è bravo, ha portato entusiasmo”

In un’intervista esclusiva rilasciata al Corriere dello Sport, il tecnico degli etnei Maran ha parlato, tra le altre cose, anche della sua prossima avversaria in campionato, la Roma

Il nuovo tecnico del Catania, Rolando Maran (getty images)

SERIE A MARAN ALLENATORE CATANIA INTERVISTA / ASROMALIVE.IT – Il Catania ricomincia da Roma. Domenica sera la squadra etnea è attesa all’Olimpico, in uno stadio stracolmo di sciarpe giallorosse. In preparazione a questo evento, il Corriere dello Sport ha deciso di intervistare il tecnico dei siciliani, Rolando Maran, per raccogliere le prime impressioni su questa nuova esperienza in terra sicula, passando per una serie di domande sulla prossima avversaria di campionato, la Roma di mister Zeman. I destini di Maran e del boemo, in realtà, si sono già incrociati appena sei anni fa, quando il secondo subentrò al primo alla guida del Brescia. Maran venne esonerato in un modo del tutto inaspettato (“Vinciamo 3-0 con il Pescara e vengo a sapere che il Presidente Corioni mi ha sollevato dall’incarico“), il neoassunto Zeman rilasciò alcune dichiarazioni poco gradite: “E’ vero, ci furono delle cose che mi diedero fastidio, ma siccome non sono abituato a parlare attraverso i giornali, presi la cornetta e chiesi spiegazioni. Ci chiarimmo, ma quel che ci siamo detti in quella telefonata non ve lo dirò ma. (…) Roba passata, domenica non sarà Zeman contro Maran, ma Roma contro Catania“.

Capitolo campionato. Parlando del prossimo avversario, Maran dice di aspettarsi una squadra “arrembante, vogliosa di vincere e di lasciarti le briciole“. Poi si torna a Zeman, che considera “un allenatore molto bravo, che ha portato grande entusiasmo“. Un’ultima battuta sulla querelle tra il boemo e l’allenatore bianconero Conte: “Ci sono dei regolamenti e vanno rispettati. Se le regole danno a Conte l’opportunità di allenare, beh, è giusto che lo faccia. Stop.