Roma Calcio » AS Roma News » Diario del giorno, Roma-baby a Cagliari, ma Zeman è fiducioso. Problema per Destro, ma ci sarà

Diario del giorno, Roma-baby a Cagliari, ma Zeman è fiducioso. Problema per Destro, ma ci sarà

Il resoconto della giornata attorno alla società capitolina

Zdenek Zeman

DIARIO DEL GIORNO ROMA CAGLIARI DESTRO / ASROMALIVE.IT – Vigilia del match di campionato tra Cagliari e Roma, sfida molto attesa dopo la debacle della settimana scorsa contro il Bologna. I giallorossi dovranno rinunciare per questa trasferta, oltre ai propri tifosi fermati dall’ordine del Prefetto di giocare a porte chiuse, di alcuni elementi fondamentali della rosa. Osvaldo, Bradley e De Rossi non recuperano dai rispettivi acciacchi, a cui si unisce Francesco Totti, giudicato non pronto per il risentimento alla coscia di giovedì.

Sarà Roma-baby allo stadio Is Arenas, dove centrocampo e attacco saranno composti da sei ragazzi tutti nati dopo il 1 gennaio 1990. Ci sarà anche Mattia Destro, oggi fermatosi nell’allenamento della mattina a Trigoria per un fastidio al piede sinistro, ma subito aggregato al resto dei convocati. A proposito, torna tra i disponibili Simone Perrotta, di nuovo in rosa per via dei tanti infortuni e assenze varie.

In conferenza stampa mister Zeman ha parlato con fiducia dei giovani a sua disposizione, ammettendo di non nutrire preoccupazione per i vari forfait di giocatori fondamentali: “Ci manca gente importante – ha detto il boemo – ma sono sicuro che gli altri faranno bene. I giovani possono sbagliare di più, ma gli si devono perdonare gli errori. Pjanic? Molti mi dicono che può giocare regista o attaccante, sono ruoli diversi, per me è un centrocampista e voglio utilizzarlo così“.

Nel frattampo la Roma Primavera impatta 2-2 a Trigoria contro il Vicenza, in un match che si era messo male per il doppio vantaggio dei veneti nel primo tempo. “Prima parte da dimenticare -ha tuonato mister De Rossi, poi soddisfatto da un secondo tempo di livello – Bisogna partire dalla bella reazione nei secondi 45 minuti“. Le reti di Pagliarini e Ferrante hanno mantenuto l’imbattibilità interna dei giovani giallorossi.

Keivan Karimi