Roma Calcio » AS Roma News » Juventus, Cobolli Gigli: ”Zeman? I vecchi dovrebbero uscire di scena e limitarsi a parlare al bar dello sport”

Juventus, Cobolli Gigli: ”Zeman? I vecchi dovrebbero uscire di scena e limitarsi a parlare al bar dello sport”

L’ex presidente della Juventus, ha voluto imitare lo stile di Luciano Moggi e si è lasciato andare a delle dichiarazioni davvero poco eleganti

L'ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli (Getty Images)

JUVENTUS COBOLLI GIGLI ZEMAN VECCHI / ASROMALIVE.IT – E poi dicono che è Zeman ad infiammare gli animi. L’allenatore giallorosso è reo, alla fine, di aver soltanto detto la verità. Dovrebbero far più notizia, invece, non le parole di chi esprime ciò che pensa, ma quelle di chi si lascia andare ad offese gratuite, forse perché è stato toccato in un nervo scoperto. Ancora più sconcertante è il fatto che le espressioni in questione, arrivino da esponenti di un club che non è certo il miglior esempio di come dovrebbe essere il calcio. A Radio Kiss Kiss, infatti, l’ex presidente della Juventus, Giovanni Cobolli Gigli, in un primo momento ha parlato da dirigente, commentando la decisione della società di presentare Filippi e non Carrera: ”E’ una specie di silenzio stampa, può essere utile non proseguire le tante polemiche” ma, l’animo da juventino ha poi preso piede. ”Zeman mi sembra che sia un po’ deconcentrato in tal senso inseguendo sempre le polemiche. Non fischierei Zeman, per partito preso non fischio nessuno. Rispetto l’allenatore Zeman – ha continuato Cobolli Gigli ma non ho nessuna simpatia per lui. Non vorrei entrare in casa degli altri e per questo mi scuso già anticipatamente, però credo che la Roma abbia perso una grande occasione non riprendendo Montella come tecnico, che è un giovane che ha le idee molto chiare, conosceva molto bene l’ambiente ed anche a Catania aveva dimostrato tutto il suo valore. Montella inoltre è una persona che parla poco e sa fare molto bene il suo lavoro. Le persone che raggiungono una certa età, come me, diventano vecchie. I vecchi – ha concluso – devono uscire dalla scena, ritirarsi al bar dello sport, fumare le sigarette e chiacchierare con gli amici. Insomma devono evitare di fare un mestiere che non è per vecchi”.

Un bell’esempio di spirito sportivo, non c’è che dire….

Marco Pennacchia