Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Florenzi celebrato anche in America

Roma, Florenzi celebrato anche in America

Il sito boston.com parla dell’amichevole estiva con il Liverpool

Alessandro Florenzi

ASROMA FLORENZI AMERICA / ASROMALIVE.IT – La eco del talento del giovane ragazzo di Vitinia è arrivato fino in America. Il sito boston.com lo celebra ricordando l’amichevole da lui disputata, con gol, contro il Liverpool.

Ecco il testo dell’articolo: Liverpool-AS Roma, partita amichevole giocata al Fenway Park nel mese di luglio è stata una mostra, un palcoscenico per i giovani giocatori come Raheem Sterling e Alessandro Florenzi. Sia Sterling che Florenzi sono stati considerati i talenti di quest’estate e ora entrambi sono emersi nelle loro squadre.

Florenzi, 21 anni, è cresciuto a Roma ad eccezione di un prestito a Crotone in Serie B. Ha segnato il secondo gol della Roma nella vittoria per 2-1 sul Liverpool. Nella conferenza post partita, ha presentato una personalità socievole, rispondendo in fluente italiano, ricordando anche la finale Liverpool-Roma di Coppa dei Campioni. A Zeman è piaciuto l’atteggiamento disinibito di Florenzi sia sul campo che fuori. Zeman vuole sempre disciplina e gli piacciono i giocatori con molta attitudine al lavoro. Florenzi ha dimostrato grande personalità durante la partita, ed è quello che Zeman stava cercando. Non si è lasciato intimidire dall’ambiente e questo è stato un segno di maturità.

Gli  infortuni degli altri centrocampisti hanno aperto la strada a Florenzi, ha segnato un gol, su assist di Totti,contro l’Inter e di nuovo nella sconfitta per 3-2 contro il Bologna domenica e subito dopo la Roma ha annunciato il rinnovo del contratto del valore di 550.000 € all’anno. E’ difficile notare qualcosa in amichevole ma a volte forniscono una piattaforma per i giocatori giovani e la possibilità per gli appassionati di individuare il talento prima che diventi noto. Alcuni esempi di mostre nei dintorni includono: Jairo “El Tigre” Castillo (Colombia) nel 1998, Fabrizio Miccoli (Juventus) nel 2003, Mario Balotelli e Mattia Destro (Inter), più Matias Fernandez (Sporting) nel ’09, Javi Garcia e David Luiz (Benfica) nel 2010.