Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Gianluca Leonardi arrestato per scippo. Il padre lo difende.

Roma, Gianluca Leonardi arrestato per scippo. Il padre lo difende.

“Vuole chiedere scusa e riabilitarsi ma su di lui sono state scritte inesattezze”

Gianluca Leonardi

ASROMA CUNEO LEONARDI SCIPPO / ASROMALIVE.IT – Secondo quanto riportato dall’odierna edizione de Il MessaggeroGianluca Leonardi, calciatore della Roma, in prestito al Cuneo, e Valerio Amelina, figlio del capogruppo IDV alla Provincia di Roma Danilo Amelina, sono stati arrestati e processati per direttissima patteggiando 5 mesi e 10 giorni con multa di 200 euro per aver scippato una ragazza romena due notti fa in Via Leone XIII a Roma. I due avevano sottratto alla ragazza una borsa contenente del denaro e si erano divisi la refurtiva, prima di essere fermati dalle forze dell’ordine.

Giampiero Leonardi, padre del calciatore, è intervenuto sulle pagine di GazzettaGiallorossa.it per dire la sua verità in merito a quanto accaduto al figlio:

“Gianluca vuole chiedere scusa alla Roma, ora vuole ricominciare e girare pagina per dimostrare di essere un uomo. Vuole impegnarsi nel sociale per pagare un debito, che a livello processuale ha già pagato ad altissimo prezzo. Ora per lui è un momento particolare anche dal punto di vista sportivo, perché dopo l’infortunio, avrebbe voluto affrontare nel migliore dei modi la sua nuova avventura a Cuneo. Quello che è successo lo ha segnato, si è chiuso in se stesso, ma adesso cerchiamo di risolvere la situazione in qualche modo: a noi interessa di più l’uomo. È vero, ha fatto una cazzata, ma a questa età chi non le fa? I giornali però hanno scritto e detto cose inesatte: Gianluca non è scappato e non si è qualificato come calciatore, è stato riconosciuto e non ha nessuna aggravante. Dicono che sia scappato, ma non è vero, si è fermato ed è subito sceso dalla macchina. Su di lui hanno scritto tante cazzate”.