Roma Calcio » AS Roma News » A.S.Roma, Arshad: ”Con i social network squadra più vicina ai tifosi. Presto altre novità”

A.S.Roma, Arshad: ”Con i social network squadra più vicina ai tifosi. Presto altre novità”

Il direttore del Digital Business giallorosso ha parlato del nuovo gioco lanciato sul sito della società ma anche della comunità dei romanisti on line

Un'immagine della tifoseria giallorossa

A.S.ROMA ARSHAD SOCIAL NETWORK SQUADRA VICINA TIFOSI ALTRE NOVITA’ / ASROMALIVE.IT – Mai come in questi ultimi anni la Roma si è resa così ”visibile” ai propri tifosi. Con l’avvento di Facebook, ma soprattutto di Twitter, in tanti hanno avuto la possibilità anche di conoscere gli aspetti più privati dei giocatori o di condividere, magari, una sorta di ”dietro le quinte” di Trigoria. Di questo e di altro ha parlato il direttore del Digital Business, Shergul Arshad, ai microfoni di Rete Sport. Ecco le sue parole:

Cos’è Power Soccer?
Siamo il primo club in Italia ad offrire questo prodotto. Abbiamo pensato anche ai tifosi più piccoli, anche se questo gioco è pensato un po’ per tutti: si tratta di giocatori in 3D e, con il semplice utilizzo dei tasti della tastiera, si può giocare con la propria squadra; avanzando di livello si possono anche acquistare giocatori nuovi, anche della Roma naturalmente. Dopo Fantasy Manager, questo è l’ultimo gioco che si può trovare sul sito della Roma. Inizialmente con Power Soccer si gioca con una squadra base, giocando con continuità però si possono “acquistare” nuovi giocatori.

Sono previsti dei premi?
No, questo è un gioco diverso visto che è molto più simile ai giochi di calcio sulla PlayStation. Vorrei però ricordare che giocare a questi giochi significa anche far guadagnare qualcosa alla Roma; inoltre il nostro ulteriore obiettivo è quello di continuare a far conoscere il brand Roma in tutto il mondo.

Com’è distribuita la comunità internazionale giallorossa?
La percentuale è spaventosa perché la metà dei Like di Facebook è all’estero; nel passato i tifosi erano concentrati soprattutto intorno al Raccordo di Roma, mentre adesso tutto ciò che facciamo lo proponiamo in due lingue, anche e soprattutto nel campo dei social network.

Com’è cambiata la comunicazione con i social network?
Ci sentiamo sicuramente più vicini ai tifosi perché ci consigliano moltissimo, soprattutto via Twitter. In altri tempi non esistevano piattaforme di discussione del genere o non c’era chi li ascoltava. Noi, come area comunicazione della Roma, siamo pronti a raccogliere tutti questi input; certo rispondere a tutti è difficile perché la comunità è di più di un milione di tifosi. Lavoriamo continuamente per cercare di avvicinare i tifosi alla squadra attraverso i nuovi mezzi di comunicazione e soprattutto con i giochi online.

Prossimi obiettivi?
Già in quest’ultimo anno abbiamo fatto molti passi in avanti: penso per esempio alle playlist dei giocatori o anche a Pinterest, che è una piattaforma interessantissima. Posso dirvi che tra pochi giorni lanceremo anche un’altra novità.