Roma Calcio » AS Roma News » A.S.Roma, il resoconto dell’assemblea degli azionisti di oggi

A.S.Roma, il resoconto dell’assemblea degli azionisti di oggi

Oggi, a Trigoria, si sono riuniti ben 32 azionisti per approvare il bilancio al 30 Giugno 2012. L’assemblea è finita da poco

Il logo della Roma

A.S.ROMA ASSEMBLEA AZIONISTI / ASROMALIVE.IT – Quest’oggi, presso il centro sportivo ”Fulvio Bernardini”, alle 15.00, si è tenuta l’assemblea degli azionisti, presieduta dall’amministratore delegato Claudio Fenucci. Era presente anche il vicepresidente Joe Tacopina.

Ordine del giorno: Bilancio al 30/06/12 e Relazione sulla remunerazione ai sensi dell’articolo 123-ter del decreto legislativo 58/1998.

All’inizio, ha parlato l’azionista Angeletti: ”I saldi contabili dell’esercizio 2011-2012 sono deludenti. Sembra che ci dobbiamo sempre lamentare ma è così. I risultati non arrivano e quindi è ancora peggio. I numeri dei bilanci dicono che ci sono molti passivi dai trasferimenti, ai diritti tv, ai biglietti. Non mi sembra che attualmente possiamo competere per grandi competizioni, non aver ceduto De Rossi o almeno non averne parlato è un suicidio gestionale, non esistono più bandiere ma solo l’As Roma, campagna acquisti troppo frettolosi, giocatori regalati, si può avere risposta a tutti questi acquisti e cessioni fatti. Lei Fenucci che ruolo ha? Quanti amministratori delegati ci sono? L’ottimo Zeman con la sua dialettica può nuocere alla nostra società?”.

Gli ha fatto seguito l’azionista Palermo: ”I costi di gestione sono troppo elevati, chiedo di conoscere la remunerazione dei giocatori della Roma e degli impiegati. Chiedo inoltre di conoscere a chi è affidato il nuovo potere della società che governa la Roma”.

Quindi è stato il turno di Ponziani: Dopo tutte queste domande che mi hanno preceduto faremo notte… Vorrei conoscere i costi di ristrutturazione dello stadio, ristrutturato in maniera futuristica. Vorrei sapere della vostra alleanza molto interessante con il Coni. La ristrutturazione la ritengo importantissima ma ho avuto molte lamentele per quanto riguarda la tribuna d’onore. Sono depresso ma vedo sempre il bicchiere mezzo pieno”.

Poi ha preso la parola La Palma: ”La Roma ha bisogno di giocatori, il ds ha fatto dei colpo per la Lazio, li ha comprati a poco e venduti a tanto, invece noi abbiamo regalato dei giocatori, tipo Rosi: che non è che sia un gran che però non si può regalare, è una politica assurda, di una debolezza unica. Signori, facciamo attenzione: oltre allo stadio va costruita anche una società forte. La trattativa per l’affitto di Trigoria come fa ad essere così lunga quando la società è la stessa? E’ un bilancio molto drammatico. Oggi l’As Roma è scesa in campo con una formazione ridottissima, in una botta sola ci liberiamo di tutte i debiti della vecchia gestione, pensavo che fosse il momento di una nuova gestione vincente, invece il bilancio è e sarà ancora in perdita, i costi aumentati e i ricavi che non aumentano, così non possiamo andare lontano. Cominciamo a creare qualcosa di concreto, finora avete fatto solo chiacchiere. Bisognerebbe rinunciare ad alcuni giocatori che guadagnano molto e con cui ci potremmo pagare la rata di un mutuo che abbiamo con Unicredit. Calcisticamente parlando siamo poca cosa, le sconfitte sul campo non giovano all’immagine della società. Qui si parla di professionalità solo quando dobbiamo rinnovare i contratti, poi quando scendono in campo sono spauriti: bisogna avere disciplina con l’allenatore e sia Zeman che Luis Enrique hanno dovuto fare i conti con alcuni problemi dei giocatori. Speriamo che, dopo l’approvazione di questo bilancio, ci sia l’aumento di capitale; mi sembra doveroso da parte della società, se poi chi ha la società vuole estromettere i piccoli azionisti ce lo dica. Fateci parlare con i giocatori, a volte oltre agli applausi bisogna dargli anche qualche calcio in ****

E’ poi stato il momento di Luzzi: ”Vi chiedo che tipo di pianificazione c’è per lo stadio e chi la cura. Una domanda su Roma Channel, che è molto migliorata: sarà anche online? E quali sono i ricavi del canale ed il suo utilizzo all’estero?

Le risposte di Fenucci:

I ricavi sono saliti, se si esclude la perdita per la mancata partecipazione alla Champions. Abbiamo abbassato le spese e i risultati saranno migliori dello scorso anno. I patti parasociali già presentano comunque l’eventualità di un ulteriore aumento di capitale di 30 milioni, fino al 30 giugno 2014. Durante l’estate ci sono arrivate offerte per oltre 100 milioni per alcuni giocatori. Per quanto riguarda le quote relative ai dirigenti in uscita: con Pradè abbiamo fatto un accordo mentre alla dott.ssa Mazzoleni sono stati riconosciuti gli emolumenti a norma di legge”.

In attesa di definire la situazione stadio, non possiamo ovviamente fare un piano industriale a lungo termine ma abbiamo dei business plan preparati per l’anno in corso. Sulla presenza di due amministratori delegati non c’è molto da dire. Le deleghe sono ben definite, la Roma è una società che potrebbe sembrare diversa dalle altre: il presidente è fuori dall’Italia e ha delegato parte dei suoi poteri agli amministratori delegati. La Roma ne ha due con poteri molto simili ma fa parte della struttura di governance di una società quotata. Sui giocatori infortunati in Nazionale: no, non esiste un’assicurazione con la Fifa mentre da quest’anno c’è una copertura per i giocatori infortunati durante le qualificazioni ai mondiali. Non ci sono poi ipoteche sulle azioni”.

Sui rapporti con la Juve, abbiamo un ottimo rapporto con la società bianconera e se un’operazione di mercato è vantaggiosa è opportuno farla a prescindere dalla società in questione, mentre la scelta della società ”Cushman&Wakefield” è molto semplice e deriva dal fatto che è la società leader nel settore, a prescindere da chi siano gli azionisti. Sui biglietti omaggio, la Roma ha ridotto del 80% il numero dei ticket gratuiti e abbiamo abolito la tribuna autorità, ma ora c’è la Tribuna 1927 alla quale chiunque può accedere. Chi vuole può comprarsi il biglietto. Sono tutti vendibili tranne una parte che, per contratto, è a disposizione del Coni”.

Ruane e D’Amore? Sono ancora soci della Roma. Sulla questione mercato abbiamo ricevuto offerte oltre i 100 milioni di euro: i nomi li sapete, sono quelli di De Rossi, Pjanic, Lamela che hanno grande mercato. Non mi soffermei troppo sui singoli giocatori. I compensi? Per i dirigenti strategici è indicato solo il compenso per forma aggregata, come previsto dalla normativa. Sull’accordo con il Coni, l’area ospitalità dell’Olimpico è ai livelli dei maggiori stadi europei e questo permette di vendere maggiori posti Premium, che portano valore al club. L’incertezza riguarda l’eventuale partecipazione della Lazio a questo investimento. Sullo stadio non ci sono novità, quando ci saranno le comunicheremo”.

Prima Roma Channel era gestita dalla Rai ora è stata riportata in casa. Con un piccolo incremento dei ricavi potremo fare nuovi investimenti. Mandarlo on line? La società ha un contratto di distribizione su Sky che vieta di trasmettere su altre piattaforme ma in futuro non è detto che non cambi la strategia, anche sfruttando altre piattaforme diverse dal satellite. Attualmente il rapporto con Sky ci soddisfa. Sulla radio non c’è alcun progetto mentre ‘Il Romanista’ è sicuramente un motivo di vanto poiché siamo l’unica squadra ad avere un giornale dedicato ma, proprio perché si tratta di un giornale, deve rimanere indipendente”.

Sull’aumento di capitale, sono stati prorogati al 31 dicembre per alcuni dettagli tecnici della Consob ma i 50 milioni sono stati già versati. Sull’affitto di Trigoria il contratto, a garanzia degli azionisti, è stato sottoposto ad una perizia esterna per determinare l’equità del canone, che sarà comunque inferiore al precedente contratto. Sulle buonuscite ai giocatori, se si decide di trasferire un calciatore è perché non lo si ritiene più utile. Si cercando quindi le migliori condizioni di mercato e a volte accade di dover pagare una parte dell’ingaggio, come avvenuto per Borriello e Pizarro. Tra i risparmi del costo del lavoro e gli incentivi all’esodo dati ad alcuni giocatori il costo del personale sarà comunque più basso”.

Dopo le dichiarazioni di Fenucci, è stato approvato il bilancio al 30 Giugno 2012 con il 99% dei voti, quindi è stata anche approvata la relazione sulla remunerazione ai sensi dell’art. 123-ter del D.Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 e successive modificazioni e integrazioni. L’assemblea si è sciolta verso le 18.30.