Roma Calcio » AS Roma News » Roma – Atalanta, le pagelle dei giallorossi. Lamela e Stek decisivi, Destro in crescita

Roma – Atalanta, le pagelle dei giallorossi. Lamela e Stek decisivi, Destro in crescita

I voti dei giallorossi dopo l’incontro di stamattina

Erik Lamela

ROMA ATALANTA PAGELLE / ASROMALIVE.IT – Una vittoria sofferta ma importantissima quella della Roma che torna a sorridere dopo settimane di buio e batte 2-0 l’Atalanta. Un inizio complicato quello dei giallorossi, poi abili a portarsi in vantaggio e dominare la gara nel secondo tempo.

Le pagelle di asromalive.it:

STEKELENBURG 7 – Dopo le critiche finalmente gli elogi; la sua parata su Denis a inizio gara è fondamentale.

PIRIS 5,5 – Meno disastroso delle prime uscite, ma soffre troppo la rapidità di Moralez.

MARQUINHOS 6 – Se la cava non senza qualche titubanza di troppo, nel complesso sufficiente.

CASTAN 6,5 – Dà la solita solidità difensiva, a parte qualche buco inziale.

BALZARETTI 6 – Regge tutto l’incontro, ottima alternativa sulla fascia mancina.

FLORENZI 6,5 – Ennesima prova di grande impegno con cui festeggia il rinnovo di contratto. Dal 85′ MARQUINHO SV

TACHTSIDIS 5,5 – A sorpresa preferito a De Rossi fra i titolari, non ripaga la fiducia del mister giocando con discontinuità e lentezza.

BRADLEY 6,5 – In affanno nel primo tempo, vista la sua lungo degenza fuori dai campi, più pronto ed a sui agio nella ripresa. Mezzo punto in più per il gol da opportunista. Dal 73′ PERROTTA SV

LAMELA 7 – Si accende ad intermittenza, ma è sempre tra i più brillanti e sorprendenti. Il gol del vantaggio è un toccasana per una squadra fino a quel momento boccheggiante.

DESTRO 6 – Tanto sacrificio ed un pizzico di sfortuna per il centravanti. La traversa gli nega la prima gioia in giallorosso.

TOTTI 6,5 – La squadra si affida a lui ciecamente nei momenti di difficoltà, lui pur stanco riesce quasi sempre a trovare i pertugi giusti. Splendido l’assist per Lamela.

ZEMAN 6 – Ancora gara a due facce della sua Roma; stavolta l’inizio è da buttare, meglio nella ripresa. La condizione dei suoi sembra migliorare, ma i buchi in difesa devono ancora far riflettere.

Keivan Karimi