Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Mazzone e Novellino in coro: “Abbiate pazienza. Zeman resterà al suo posto”

Roma, Mazzone e Novellino in coro: “Abbiate pazienza. Zeman resterà al suo posto”

I due allenatori parlano della situazione in casa Roma

Walter Novellino

ASROMA PARLANO MAZZONE E NOVELLINO / ASROMALIVE.IT – Non si fa che parlare, ovviamente, di questa Roma bellissima a tratti, sconfortante in altri. Ora è il turno di Novellino, Mazzone e Leonardi.

Walter Novellino, ex tecnico del Livorno, ha concesso un’intervista a tuttomercatoweb.com dove parla della Roma e di Zdeněk Zeman:

Su Roma-Udinese.

“Da allenatore devo dire che mi dispiace vedere una squadra che da due a zero riesce a perdere la partita. La Roma ieri ha dominato per 35 minuti e in quel momento si è vista una grande squadra, poi dopo il primo gol dell’Udinese i giocatori si sono fatti prendere dallo sconforto quando in realtà non era successo niente e potevano ancora difendere il vantaggio. Si vede che c’è qualcosa a livello mentale e anche nello spogliatoio: anche quando i giocatori escono si vede che non sono mai contenti. In questo momento non tutti fanno quello che chiede il mister, mi sembra che il problema sia di testa. Ne usciranno se faranno quello che chiede il mister”

Zeman sotto accusa?

“Non credo, la Roma è formata anche da tanti giovani che sono anche stranieri, quindi si devono abituare alle nostre abitudini. Per me questa stagione finirà con lui”.

Carlo Mazzone, da tifoso, predica pazienza a ilsussidiario.net“Qualcuno si dimentica sempre che la Roma è stata completamente cambiata da tutti i punti di vista, sia societario che dal punto di vista della rosa. Bisogna avere pazienza, anche se purtroppo a Roma questa parola non esiste”.

A Radio Ies ha parlato l’ad del Parma Pietro Leonardi. Ecco le sue parole.

Sulla Roma? 

“Ho visto la gara, dopo venti minuti stavo pensando di cambiare canale perché non c’era partita e la previsione più naturale era quella di vedere una goleada. Poi la rete dell’Udinese ha cambiato la partita”.

Responsabilità del tecnico o altre spiegazioni?
“Il nostro, è forse uno dei campionati più equilibrati degli ultimi anni, sopratutto per quanto riguarda l’andamento delle partite. L’episodio la fa sempre da padrone: non vedo molto un problema riferito ad un aspetto tecnico-tattico, ma ad un episodio che condiziona l’aspetto psicologico. Noi avevamo fatto una partita buona contro la Sampdoria la scorsa settimana, poi un episodio ci ha fatto soffrire fino all’ultimo. La Roma ha fatto degli investimenti molto importanti sulla prospettiva: i giocatori sono giovani, bisogna dargli tempo”.

Sulla campagna acquisti giallorossa?
“Hanno preso giocatori importanti, che magari ora sono un po’ sottovalutati, ma hanno delle potenzialità enormi. I giocatori che sono scesi ieri in campo con la Roma, faranno sicuramente una grande carriera”.

Sugli episodi della nona giornata?
“Bisogna parlare di meno e agire di più. Io vieterei di commentare situazioni arbitrali nel post partita: il problema è l’enfasi mediatica che si da all’errore. Non è corretto e non è giusto. Lo dico con orgoglio perché è da due anni che il Parma non parla di queste cose. Se bisogna correggere il sistema, e se anche Zeman ha delle idee, che le esponga, perché il nostro sistema calcio parla solo di arbitri e di soldi“.

Su Tachtsidis?
“Vedendolo giocare negli anni precedenti, mi è sempre piaciuto. Probabilmente sta pagando il peso della grande squadra”.