Roma Calcio » AS Roma News » Serie A, Nela: ”La Roma può puntare al terzo posto insieme a Milan, Inter e Lazio”

Serie A, Nela: ”La Roma può puntare al terzo posto insieme a Milan, Inter e Lazio”

Le dichiarazioni dell’ex difensore giallorosso sulle prime uscite della Roma e sulle prospettive della squadra di Zeman in campionato

L'ex difensore giallorosso Sebino Nela

SERIE A NELA ROMA TERZO POSTO MILAN INTER LAZIO / ASROMALIVE.IT – Sebino Nela è tornato a parlare ancora una volta della sua ex squadra, la Roma. Ecco le sue parole ai microfoni di Radio Power Station:

La sosta per la Nazionale arriva dopo la settima giornata e la Roma ha undici punti. E’ possibile dare un giudizio sulla squadra giallorossa?
No, bisogna stare attenti a sbilanciarsi dopo così poche giornate. Di solito, i primi giudizi completi possono essere dati dopo 12-15 giornate. La Roma è una squadra che ancora non sta esprimendo quello che il suo allenatore chiede, è una squadra piena di giovani, parecchi alla prima esperienza in Serie A. Quello italiano è un campionato molto difficile, chi viene da realtà estere ha bisogno di un determinato arco di tempo per adattarsi e quindi bisogna indubbiamente avere pazienza con questi ragazzi“.

In questi giorni si parla solo delle esclusioni di Burdisso, De Rossi e Osvaldo da parte di Zeman. Che segnale è quello lanciato da Burdisso, sceso in campo per allenamenti supplementari?
Conosciamo tutti quanto sia professionista Burdisso, un giocatore dal carattere forte. A queste situazioni ognuno reagisce diversamente, c’è chi continua ad allenarsi regolarmente e chi sceglie di fare di più anche per sfogarsi. Non ho nessun dubbio sulla professionalità di Daniele De Rossi, lo conosco fin da bambino e si è sempre comportato in maniera esemplare“.

Sulla destra dopo le prime partite giocate da Piris, Zeman ha provato anche Marquinhos. Che idea si è fatto del giovane brasiliano?
E’ un ragazzo dalle ottime doti fisiche, poi quando si è giovani è facile adattarsi a nuovi ruoli. Negli Allievi Nazionali io giocavo ala sinistra, poi mano mano mi hanno indietreggiato sempre di più e per due anni ho giocato anche terzino destro, sul piede debole. Come detto prima, ai giovani bisogna dare tempo per capirne davvero potenzialità e capacità“.

Dove può arrivare la Roma in questo campionato?
Nella mia personale griglia, c’è la Juventus davanti a tutti, poi un gradino sotto il Napoli leggermente davanti ad un gruppo di squadre che se la giocano per il terzo posto. In questo novero ci inserisco Roma, Inter, Milan, Lazio e un passo indietro la Fiorentina, che avrà delle difficoltà se e quando Jovetic non riuscirà a segnare“.