Roma Calcio » AS Roma News » Calcio estero, Messi a un passo dal record

Calcio estero, Messi a un passo dal record

Sarebbe l’ennesimo per lui, a soli 25 anni

Lionel Messi, sempre più leggenda

MESSI ALTRO RECORD / ASROMALIVE.IT – Ha solo 25 anni, eppure annovera 3 Palloni d’Oro e trofei che nessuno alla sua età ha mai potuto vantare. E spesso, anzi quasi sempre, in una carriera intera. Di un altro pianeta. Non ci sono più aggettivi per descrivere Leo Messi: con la doppietta al Saragozza, il bottino in campionato sale a 17 reti e sono 29 centri in 24 partite nazionale argentina compresa. Con questi ritmi realizzativi la Pulce ‘vede’ il record di Gerd Muller: 78 gol contro gli 85 del tedesco con Bayern e Germania Ovest nel 1973. Non solo: Messi ha raggiunto l’ex Real Carlos Alonso ‘Santillana’, numero 9 nel ranking della Liga.

Nella Liga il Barcellona ha una marcia impressionante: 34 punti conquistati su 36 a disposizione. Un dominio che porta la firma, manco a dirlo, di Messi, che partita dopo partita sta riscrivendo la storia. L’argentino non conosce limiti e punta a bruciare tutti i traguardi sul suo cammino. Non soltanto quello di Muller, destinato a essere raggiunto a breve. Con la doppietta di sabato sono 186 gol in campionato, che valgono la nona piazza nella classifica dei bomber della Liga di sempre. Piazza condivisa con un altro mostro sacro del calcio iberico come Santillana, all’anagrafe Carlos Alonso Gonzalez. Con la differenza che all’ex attaccante del Real Madrid (dal 1971 al 1988) servì una carriera di 461 partite per mettere a segno tal bottino, mentre a Messi ne sono ‘bastate’ 226 e ha soltanto 25 anni. Il primo posto dello speciale ranking è occupato da Telmo Zarra, ex punta dell’Athletic Bilbao (cinque volte sul trono dei bomber negli anni Cinquanta), con 251 centri. Se continua con questo ritmo, l’argentino lo raggiungerà presto. Ciò che lo renderà immortale è non solo la sua enorme capacità realizzativa, ma anche come riesca a ragionare e ad agire in una frazione di secondo mentre ha il pallone tra i piedi, i passaggi che mettono i compagni davanti al portiere, i dribbling in un fazzoletto. Una leggenda, un alieno. Uno a cui il mondo del calcio sarà grato per sempre.