Roma Calcio » AS Roma News » Brasile, Adriano: “Tornerò a giocare”

Brasile, Adriano: “Tornerò a giocare”

Il tormentato campione brasiliano parla del suo ritorno al calcio giocato

Adriano Leite Ribeiro

ADRIANO BRASILE / ASROMALIVE.IT – L’Imperatore fa sapere dal Brasile di voler tornare a giocare, che gli manca l’Italia, e che su di lui si dicono molte bugie. Il campione carioca, dopo una carriera che sembrava dorata e che poi si è inabissata a causa delle debolezze e dei vizi del brasiliano, torna a far parlare di se in un’intervista in cui annuncia il ritorno dopo l’addio al Flamengo:

LA RESCISSIONE CON IL FLAMENGO – “Ho preso io questa decisione. Ho pensato al bene di tutti, compreso ilFlamengo. Esordire a campionato inoltrato, per poche partite, senza essere ancora al 100%, sarebbe stato un rischio non necessario. Ma, l’ho promesso a me stesso, io tornerò a giocare: nel 2013, all’inizio del campionato carioca, quando potrò crescere insieme alla squadra”.

LE VERITA’ DI ADRIANO – “Ho lasciato la squadra per mia scelta. Purtroppo sono state dette cose non vere. Quando ho sbagliato, l’ho ammesso, come per tutto quel che ho fatto nella mia vita. Non ho motivi per mentire, sarò sempre sincero. Un grande giornale brasiliano ha scritto che passavo le mie giornate in una favela a Rio: in realtà, ero a San Paolo. In un’altra occasione, stavo prendendo un succo di ananas e hanno scritto che ero ubriaco di birra. Ho dovuto inviare lo scontrino fiscale per smentire. Questo mi dà fastidio, sono stati crudeli con me. Approfitto di questa intervista per fare una richiesta: qualunque sia la notizia che vi arrivi su Adriano, per favore, controllatela. Se fosse vera, non negherò”.

L’APPREZZAMENTO PER L’ITALIA – “Se ho mai pensato di tornare in Italia? Certo che lo penso. I migliori momenti della mia vita sono stati lì. In Italia conservo amici e alcune proprietà. Ho grandi ricordi dell’Italia. Parlo a volte con alcuni ex compagni all’Inter e ho sentito un mio ex allenatore proprio qualche giorno fa. Ho nostalgia del cibo, delle persone, dei tifosi. Da voi mi hanno sempre voluto bene”.

Francesco Cianfarani