Roma Calcio » AS Roma News » Calcio estero, Messi-CR7: storie di cuore e…dinero

Calcio estero, Messi-CR7: storie di cuore e…dinero

Due storie opposte che vedono confrontarsi le due stelle del calcio mondiale

Lionel Messi

Lionel Messi

MESSI CR7 SOLDI / ASROMALIVE.IT – C’è chi continua a metterli a confronto per decidere chi dei due è il più forte giocatore attualmente al mondo, ma ecco due storie contrapposte che vedono protagonisti Lionel Messi e Cristiano Ronaldo.

L’offerta del Real Madrid era chiara: prolungamento del contratto fino al 2018 con aumento dello stipendio a 15 milioni di euro a stagione. Eppure Cristiano Ronaldo ha detto no, la sua intenzione è quella di rispettare l’attuale scadenza del 2015, per poi cercarsi un’altra squadra. Ovviamente a Madrid non vogliono perderlo a costo zero e a fine anno potrebbero avviare le trattative per la cessione al Psg o al Manchester United. La decisione del portoghese, come riporta As, sarebbe irrevocabile e segue mesi di tira e molla tra la società e il giocatore. Ronaldo non si sente tutelato dal club e pensa che le sue chance di vincere il Pallone d’oro, vera e propria ossessione, siano diminuite da quando è approdato al Real. L’attaccante portoghese vorrebbe tornare allo United del maestro Ferguson ma la l’operazione, visti i costi, è più alla portata del Paris Saint Germain. In questo modo Leonardo potrebbe centrare il doppio colpo Cristiano Ronaldo-Mourinho. Anche l’allenatore è ormai fuori dal progetto di Florentino Perez e aspira alla panchina parigina. In Francia non aspettano altro.

Ciò che riguarda Messi è invece di tutt’altro tenore ed è una questione di cuore che va al di là di ogni aspetto di un calcio oggi sempre più legato al business e agli incassi. Il Mundo Deportivo sgancia la bomba: un club russo voleva Messi ed era disposto a tutto. Secondo il quotidiano catalano, questa squadra russa, di cui non si fa il nome, ha offerto 30 milioni di euro all’anno, per tre stagioni, al fenomeno argentino ed era pronta a pagare al Barcellona la clausola rescissoria della bellezza di 250 milioni di euro. La Pulce ha ascoltato la proposta, ma l’ha rifiutata. Infatti ha rinnovato fino al 2018 con i blaugrana. Pazzia allo stato puro, quella dei russi. Buon senso, quello di Leo Messi, che ha preferito continuare al Barcellona per proseguire sui palcoscenici più importanti, vincere ancora trofei importanti e confrontarsi con i migliori anche nel futuro più prossimo. La Pulce ha detto no a 90 milioni di euro (30 milioni l’anno per tre anni), più (eventuali) premi. L’argentino ha anche dimostrato ancora una volta la sua correttezza, infatti, come scrive il Mundo Deportivo, non ha inserito questa offerta russa nella trattativa del rinnovo del contratto con Rosell. Avrebbe potuta metterla sul piatto per far lievitare il suo ingaggio con i blaugrana… Campione in campo e fuori.