Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Cervone: “Ho finito gli aggettivi per Totti, i due centrali di difesa si completano”

Roma, Cervone: “Ho finito gli aggettivi per Totti, i due centrali di difesa si completano”

L’ex portiere giallorosso parla della Roma

Giovanni Cervone

PARLA CERVONE / ASROMALIVE.IT – Ai microfoni di Radio Audax è intervenuto Giovanni Cervone. L’ex portiere giallorosso si è soffermato su alcuni punti interessanti di questa Roma targata Zeman.

Innanzitutto Cervone parla del momento che stanno attraversando gli uomini del boemo: “La Roma in questo momento, da l’impressione di essere una squadra compatta, anche se ancora non riesce a trovare il giusto equilibrio per tutti e novanta i minuti. A volte la squadra parte molto bene e poi cala vistosamente, altre volte invece inizia male, va sotto nel punteggio, come è accaduto anche a Siena e poi reagisce in maniera veemente. Non a caso, una partita come quella di domenica scorsa che si era fatta veramente difficile e complicata, è stata invece superata alla grande dalla squadra di Zeman, a cui secondo me va il merito di questo momento positivo. Non si vincono per caso tre partite e l’allenatore secondo me si sta rivelando fondamentale“.

Questa Roma che ha il solito, unico, grande trascinatore, Totti: “Con Francesco, rischiamo di essere ripetitivi. E’ un Campionissimo e sta facendo un campionato eccezionale. Anche negli anni passati ha sempre fatto molto bene ma in alcuni momenti anche lui fisicamente ha risentito di qualche calo. In questa stagione invece, ha una condizione fisica impressionante. Corre per tutta la partita e anche oltre il novantesimo. Lui è un fenomeno punto e basta, non ci sono più parole“.

Infine, l’ex portere giallorosso si sofferma sulla coppia di difesa, ormai collaudata: Marquinhos e Castan stanno migliorando di partita in partita. Sono due giocatori che possono garantire un grande futuro alla Roma. Hanno caratteristiche diverse e insieme riescono a completarsi in maniera perfetta. Castan tra l’altro è arrivato con delle credenziali importanti, avendo contribuito alla conquista della Coppa Libertadores mentre Marquinhos a diciotto anni era una scommessa e sinceramente in pochi lo conoscevano. Sta facendo un grande campionato e la Roma con lui ha fatto un grande colpo“.