Roma Calcio » AS Roma News » Roma – Fiorentina, Zeman: ”Buona partita. Cercheremo di riprendere chi ci sta davanti”

Roma – Fiorentina, Zeman: ”Buona partita. Cercheremo di riprendere chi ci sta davanti”

Le dichiarazioni del tecnico boemo ai microfoni dell’emittente satellitare

Il tecnico boemo Zdenek Zeman

ROMA FIORENTINA ZEMAN DICHIARAZIONI / ASROMALIVE.IT – Queste le parole del boemo, ai microfoni di Sky, al termine della gara da poco conclusa tra Roma e Fiorentina:

Questa la partita più bella della sua Roma quest’anno?
Una buona partita con un avversario che è una buona squadra che gioca e lascia giocare. E noi, se ci lasciano giocare, ne approfittiamo.

4 vittorie consecutive, ma la Roma ha sempre costruito palle gol. Ora si cresce nella riconquista del pallone, un aspetto fondamentale?
Se uno non ha la palla deve cercarla, anche se giochiamo con tre attaccanti se ci danno una mano è più facile.

C’è miglioramento?
Credo che dall’inizio cerchiamo di fare questo gioco e abbiamo preparato anche altre situazioni da gol, non sempre sfruttate. Dietro abbiamo fatto qualche errore anche oggi, il secondo gol era evitabile.

Oggi Tachtsidis e De Rossi in regia, due giocatori diversi. Chi l’ha convinta di più?
Difficile valutare, hanno fatto in situazioni diverse. Tachtsidis un gol e una buona partita, anche se sbagliando qualche palla. De Rossi scende in campo su punteggio a favore e doveva fare la protezione della difesa come caratteristiche ce l’ha.

Possibile staffetta per tutte le partite?
Continuo a dire che ho una rosa in cui possono giocare tutti, se non gioca uno si fanno polemiche ma ho delle scelte che cerco di fare come posso. Quando si perderà si dirà che sono scelte sbagliate.

Come vive De Rossi il momento secondo lei? Ci è sembrato un grande professionista e crediamo che l’esclusione sia stata difficile da accettare…
Per questo va chiesto a lui, quando uno non gioca non è felice e me ne rendo conto, ma per me sono tutti a disposizione e a seconda di come decido utilizzo i giocatori. Lui è un professionista, gioca da tanti anni e ne ha viste di situazioni così.

Oggi mi è piaciuto molto il ritmo tenuto dalla squadra, la condizione fisica sta esaltando il vostro gioco?
Continuo a dire che per me stavamo bene anche prima, poi ci vuole applicazione e voglia e la squadra oggi ha dimostrato la voglia di giocare e fare qualche cosa, le motivazioni sono importanti, volevamo vincere e per vincere bisogna fare qualcosa in più rispetto al normale.

Destro per Osvaldo. Scelta tecnica?
Osvaldo ha ancora problemi, ma si è messo a disposizione e ho scelto così. Anche se per me li voglio utilizzare anche insieme, anche se non insieme nel mezzo.

Preferirebbe tenere a casa Marquinhos e avere queste risposte sul campo o preferisce che giochi il mondiale under-20?
Penso che lo dobbiamo lasciare andare, è una cosa importante per lui e per me le Nazionali vengono sempre prima. Poi dispiace che noi dobbiamo continuare a giocare, ma con la Coppa D’Africa è lo stesso. Dispiace che non ci sia un calendario che non disturba i campionati.

Pjanic? Si è adattato benissimo…
Si per me anche oggi ha fatto molto bene, come a Siena aveva fatto molto bene. Penso che in quel ruolo può rendere tanto e aiutare tanto la squadra in entrambe le fasi.

Dopo le critiche e la sconfitta contro la Juventus, ora siete a -6 dal primo posto… Le cose vanno per il verso giusto? Quali limiti dovete porvi?
Per me è questione di convinzione, lo ripeto dall’inizio che siamo competitivi e posiamo giocare con tutti come abbiamo dimostrato con le prestazioni e, negli ultimi tempi, con i risultati. Ripeto che Juventus e forse Lazio a parte, nelle partite sul piano del gioco abbiamo sempre giocato bene.

Guarda al primo posto?
Io voglio stare su e cercare di recuperare chi ho davanti. Ne abbiamo ancora tanti e cercheremo di riprenderli uno alla volta se si può.