Roma Calcio » AS Roma News » Cagliari, Cellino: “Spostare Roma-Cagliari potrebbe falsare il Campionato”

Cagliari, Cellino: “Spostare Roma-Cagliari potrebbe falsare il Campionato”

Caro Beretta…“, il presidente del club sardo non perde occasione per creare polemiche infantili

Massimo Cellino

Massimo Cellino

CAGLIARI CELLINO BERETTA / ASROMALIVE.IT – Come in altre situazioni che lo hanno visto coinvolto, farebbe ridere se non si prendesse sul serio. Il soggetto in questione è Massimo Cellino, presidente del Cagliari, il quale ha inviato una lettera al presidente della Lega Calcio per contestare la decisione di giocare la partita tra il suo club e i giallorossi il 27 febbraio a seguito del passaggio in semifinale in Coppa Italia della Roma.

Questo il testo della sua epistola a Beretta:

Come certamente saprà la Lega ha imposto l’anticipo della gara del prossimo 3 febbraio a venerdì 1 febbraio perl’indisponibilita’ dello stadio Olimpico di Roma. Abbiamo già espresso, con una lettera al dottor Brunelli, la nostra protesta per la decisione, anche alla luce di quanto accaduto per l’indisponibilità dello stadio Is Arenas, che ci ha costretti a giocare la partita con la Juventus sul neutro di Parma. E’ evidente la disparità di trattamento e risibili ci sono sembrate le spiegazioni del dottor Brunelli che, nella sua lettera di risposta, ha elencato una serie di precedenti e ricordato l’autorità assoluta della Lega Calcio nel fissare calendari, orari e sedi delle partite. Resta il grave danno a noi arrecato, ancor piu’ pesante con la gara posticipata a mercoledì 27 febbraio dopo che la Roma si e’ qualificata alla semifinale di TIM Cup’.
‘In pratica il Cagliari sarebbe costretto a una ulteriore e non gradita pausa di campionato per poi dover affrontare un turno infrasettimanale in notturna, con pesanti conseguenze fisiche ed economiche, dal momento che la nostra squadra sarebbe costretta a trascorrere una notte in più a Roma o, in alternativa, a rientrare in città nella notte con un volo charter con imponente crescita dei costi della trasferta‘.
Consideriamo tutto ciò inaccettabile e capace di falsare il campionato, dal momento che la nostra squadra in lotta per l’importante obiettivo della salvezza, sarebbe costretta, al contrario delle nostre dirette concorrenti, a giocare tre incontri in una settimana. Pertanto, vi diffidiamo dal continuare a percorrere questa soluzione e vi invitiamo a trovare soluzioni diverse, quale l’individuazione di un campo alternativo per Roma-Cagliari del 3 febbraio,misura rapidamente adottata per Cagliari-Juventus con un preavviso di appena due giorni. Vi informiamo sin d’ora che metteremo in atto tutte le misure cautelative consentite dalle disposizioni di legge e ci riserviamo di promuovere un’azione risarcitoria nei confronti di tutti gli organismi interessati”.