Roma Calcio » AS Roma News » Catania-Roma, Totti cerca il primo gol al Massimino

Catania-Roma, Totti cerca il primo gol al Massimino

Lo stadio di Catania con quello di Pescara è l’unico a non essere stato violato dal Capitano

Francesco Totti cerca il primo gol al Massimino

Francesco Totti cerca il primo gol al Massimino

TOTTI AL MASSIMINO / ASROMALIVE.IT – C’è un tabù da sfatare quest’oggi, oltre la prima vittoria a Catania dopo 43 anni. Nessun gol di Francesco Totti al “Massimino”. Nelle sette partite disputate sul campo in questione (sei di campionato più una semifinale di Tim Cup), il Capitano giallorosso ne ha giocate solo 4 di cui due per 90’. Due punti, zero gol e due (più uno) assist: questi i numeri di Totti a Catania, che oggi arriva a giocare dopo aver recuperato da una contrattura all’adduttore.

Le loro strade si incrociano per la prima volta nella stagione 2006/2007. A scatenare tutte le polemiche e i veleni che mai finiranno tra le due tifoserie/società/calciatori è stato il primo Roma – Catania giocato sei anni fa: 7 – 0 (un gol del Capitano) il risultato finale in un Olimpico invaso da diecimila catanesi. La gara di ritorno, disputata sul campo neutro di Lecce, finisce 2-0 con gol di Vucinic e addirittura Ciccio Tavano. Totti, assente per infortunio, non partecipa alla trasferta pre pasquale. La vendetta è un piatto che va servito freddo, si dice. Il Catania – Roma dell’anno successivo, 2007-2008, ne è la dimostrazione: la Roma è ancora in lotta per lo scudetto, i padroni di casa cercano i punti salvezza e Totti è alla presa con la rieducazione del secondo infortunio grave della sua carriera. La partita finisce 1-1, segna Vucinic ma è un’illusione, il pareggio di Martinez permette al Catania di rimanere in Serie A e a tutta la spedizione giallorossa di uscire indenne dalla città siciliana.

Nel 2008/2009 Totti abbandona dopo 31 minuti la partita a causa di una lesione ai flessori della gamba destra e riesce a giocare 90’ contro i siciliani l’anno dopo nel giorno della presenza numero 550: su un calcio d’angolo battuto nei minuti di recupero, Francesco calcia verso la porta e trova sulla traiettoria la decisiva deviazione di un ginocchio di De Rossi per l’ 1-1 finale. Nel 2010/2011 la Roma, è ancora in corsa per la Champions League ma a Catania non si passa: finisce 2-1 per gli scatenati padroni di casa, trascinati da un Gomez imprendibile. Francesco disputa tutti e 90 i minuti con tanto di calcio punizione pennellato sulla testa di Simone Loria per il provvisorio 0-1. Il resto è cronaca dello scorso anno: nei 70 minuti disputati nella giornata prevista da calendario, Totti ne gioca 57: il tempo per battere velocemente un angolo sulla testa di De Rossi e consentire alla Roma di pareggiare il gol di Legrottaglie. Oggi, dopo la sconfitta di Napoli, si riparte proprio da qui. Occhio ai cartellini però: il Capitano è diffidato e dovesse essere ammonito rischia di saltare l’Inter degli ex Stramaccioni e Cassano.