Roma Calcio » AS Roma News » Radio, Mazzone: “Totti pagherebbe di tasca sua per portare la Roma in alto”

Radio, Mazzone: “Totti pagherebbe di tasca sua per portare la Roma in alto”

Diretto, schietto e sempre attento alle vicende giallorosse

Carlo Mazzone

Carlo Mazzone

RADIO MAZZONE ASROMA / ASROMALIVE.IT – L’ex giallorosso Carlo Mazzone ha rilasciato una lunga intervista a Ryar Web Radio. Se ne riportano di seguito i passaggi più interessanti e inerenti la Roma.

“Bisognerebbe dire basta con questi atteggiamenti e non penso che questa sia la strada giusta per far crescere una squadra. Se si vince è merito dei giocatori e della società, se si perde è colpa dell’allenatore? E’ una cosa sciocca. Bisogna dare fiducia a Zeman fino in fondo e quando finirà il campionato si tireranno le somme del caso. Ora tutto questo “parlare” crea solo tensione negativa. Il tecnico conosce Roma, ha preso una squadra con tanti giovani dalle ottime prospettive che però non sono ancora preparati per sopportare le responsabilità così pesanti della città. Non si deve parlare del cambio di allenatore. Metterlo in discussione disturba lui e l’ambiente. Roma ha due belle squadre e capisco che le tifoserie hanno voglia di vincere. E’ un ambiente difficile sia per le società, gli addetti ai lavori, per i calciatori e anche per la stampa. A Roma quando si perde è pane duro! Quando si vince invece è festa e fiera..! La stampa ha un peso importante a Roma. Anche loro – conclude il tecnico lanciando una stoccata ai giornalisti – ogni tanto diventano tifosi e non sanno perdere”.

Sulle parole di Walter Sabatini durante la conferenza stampa: “Io quando non sentivo la fiducia dell’ambiente, davo le dimissioni e me ne andavo. Una società che si rispetti non deve mettere in discussione l’allenatore così pubblicamente anche se non è del tutto convinta della scelta che ha fatto. Zeman è venuto a Roma con tanto entusiasmo e determinazione e tenerlo sotto pressione non aiuta. Lasciamolo lavorare e per ora, si deve accettare quello che fa, nel bene o nel male. Non è un “ragazzino” che ha bisogno di motivazioni. Conosce Roma e sa come comportarsi. E’ il nostro allenatore e dobbiamo avere pazienza. Io darei un paio di stagioni a Zeman con a disposizione questa squadra. La Roma anche quest’anno ha cambiato tanto, ma è stata fatta una campagna acquisti di prospettiva. Ci sono ragazzi di talento che, come normale che sia, hanno bisogno di tempo per crescere. Alla tifoseria dico di stare vicini alla squadra specialmente nei momenti difficili e di conseguenza appoggiare anche al tecnico”.

Su Francesco Totti: “Sembra un ragazzetto! Sta facendo una grande stagione e questo non mi meraviglia. E’ una persona eccezionale e nel mondo del calcio ce ne sono pochi. Pagherebbe di tasca sua per portare la Roma in alto. Lui è un punto di riferimento per tutti e mi auguro per la squadra giallorossa che possa giocare per altri due o tre anni. Per i giovani in rosa dico solo questo, ascoltate Francesco Totti! Vi farà crescere e migliorare”.