Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Burdisso: “Manca ancora molto. Nulla è precluso. Dobbiamo crederci”

Roma, Burdisso: “Manca ancora molto. Nulla è precluso. Dobbiamo crederci”

Le dichiarazioni del difensore argentino al termine della gara al canale tematico giallorosso

Il difensore della Roma Nicolas Burdisso

Il difensore della Roma Nicolas Burdisso

ROMA BURDISSO DICHIARAZIONI CATANIA ROMA  / ASROMALIVE.IT – Anche Nicolas Burdisso ha voluto rilasciare qualche dichiarazione ai microfoni di Roma Channel, sulla gara della Roma al Massimino. Queste le sue parole:

I tifosi sono arrabbiati, non riescono a spiegarsi questa Roma che crea ma non concretizza…
Quasi la stessa partita di Napoli, ci fa male, bisogna però guardare positivamente, la Roma entra in campo per fare la partita e ha tante occasioni, in fase difensiva oggi avevamo concesso pochissimo. Purtroppo è andata così, ci han fatto gol nel momento peggiore, non siamo riusciti a reagire. Ma in questo momento dobbiamo credere in quel che facciamo, un po’ perché si vede in campo cosa vuole fare la Roma, e poi servono i risultati. Dobbiamo arrivare ai risultati e sapere che ancora non è precluso nulla“.

Sembra secondo i tifosi che siamo allo stesso punto di un anno fa…
No. Non credo, anche come mentalità è cambiato qualcosa. Ma non penso all’allenatore, bensì alla squadra. Adesso abbiamo tempo di cambiare le cose, l’anno scorso la Roma a volte non si vedeva in campo. Questo anno invece non è così. Oggi abbiamo creato tantissimo. Poi bisogna migliorare le situazioni singole, ma dico che bisogna guardare positivamente al futuro, lo dico con tanta voglia“.

Quanto è difficile il momento per Destro?
Deve uscirne col lavoro, non c’è altra maniera. Noi crediamo in lui, lo vediamo in allenamento che ha tante qualità e tanta voglia. Verrà fuori sicuramente con la fiducia nostra, del mister e dei tifosi che fino a un mese fa credevano in Destro. Ora non è il momento di condannarlo, ma di sostenerlo. Lui ha fatto la scelta di venire qui, bisogna appoggiarlo“.

La Roma nel secondo tempo ha fatto più ricorso al lancio lungo, perché?
Un po’ perché era stanca, ma perché loro erano in 10 sotto palla, spazi pochissimi, in profondità non riuscivamo ad andare come nel primo tempo. Ma la Roma cercava di far la partita, poi purtroppo l’azione del gol è stata una palla sporca. Dobbiamo continuare a crederci e soprattutto trovare la continuità“.

E’ meglio che arrivi subito Fiorentina-Roma?
Si, a quella competizione ci teniamo tanto. Ci farà bene quella partita, poi c’è l’Inter. Manca ancora tantissimo, guardiamo la cosa positiva, abbiamo un’identità, sappiamo cosa fare e dobbiamo crederci tutti“.