Roma Calcio » AS Roma News » Roma, Spinosi (ag.Fifa): “Dodò va aspettato. Grande Sabatini con Marquinhos!”

Roma, Spinosi (ag.Fifa): “Dodò va aspettato. Grande Sabatini con Marquinhos!”

L’agente Fifa parla anche di Doria, Marquinho e Nico Lopez

Dodò, secondo Spinosi va aspettato

Dodò, secondo Spinosi va aspettato

PARLA SPINOSI / ASROMALIVE.IT – Tempo di mercato e, per quanto riguarda la Roma, tempo di Brasile. Soprattutto in difesa. La redazione di romanews.eu ha contattato l’agente Fifa e esperto di calcio sudamericano Lodovico Spinosi. Ecco le sue parole:

Marquinho sembra ormai in procinto di tornare in patria dove lo aspetta il Gremio. Come valuta questa operazione?
Marquinho è uno di quei giocatori che non hanno patito più di tanto il salto dal Sudamerica all’Europa. Penso che possa esere una buona operazione per la Roma se ha già dietro un sostituto all’altezza di Marquinho. Abbiamo visto ieri che ha fatto abbastanza bene da titolare. Non so se con la sua partenza ci si dovrà attendere un’alternativa, in una situazione dove di alternative non ce ne sono tantissime: lo dimostra il campionato della Roma, fino ad oggi”.

La situazione di Dodò rimane ancora avvolta nel mistero: non gioca e sembra che il suo infortunio non sia stato ancora smaltito del tutto. Cosa ne pensa?
“Preferisco non esprimere giudizi. Non essendo medico, non ho seguito il suo decorso dall’infortunio. Sicuramente Dodò è un prospetto di giocatore molto importante, quindi vale la pena aspettarlo ancora un po’. Quello che ha dimostrato in patria lascia presagire un giocatore che può diventare veramente importante per il futuro della Roma. Si tratta di aspettarlo ancora. A parametro zero è stato un grandissimo colpo di Sabatini. Magari si potrebbe appoggiarlo in qualche squadra in Italia o in Europa per farlo riprendere bene, poi andare a trovare un’alternativa a Balzaretti. Un giocatore pronto subito che possa dare il cambio all’ex del Palermo. Balzaretti dovrebbe tirare un po’ il fiato, perchè dall’inizio della stagione sta andando avanti solo lui a sinistra”.

La Roma è sempre molto attiva sul mercato sudamericano. Nelle ultime settimane si sono fatti i nomi di Fernando (Gremio), Jussandro (Bahia) e Doria (Botafogo). Tutte giovani promesse. Potrebbe ripetersi un altro affare-Marquinhos?
“Credo che l’affare-Marquinhos sia stato incredibile soprattutto per i costi. Che il giocatore fosse bravo già lo si sapeva. Da quello che so per certo, la Roma ha anticipato anche la Juventus che era sul giocatore. E’ stato un bel colpo di Sabatini. In proporzione alla qualità è stato pagato fin troppo poco dalla Roma. In Brasile adesso circola veramente tanto denaro rispetto al mercato europeo e riuscire a portare via un giocatore di prospettive importanti da lì, in un grande club come la Roma e alle cifre che lo ha portato via il ds giallorosso, secondo me è un miracolo. Doria? E’ un giocatore molto importante e allo stesso livello di Marquinhos, ma non credo che si riesca a strapparlo per soli 4-5 milioni”.

Capitolo Nico Lopez. Fin qui l’attaccante uruguaiano ha avuto poco spazio con Zeman. E’ un giocatore che potrà tornare subito utile alla causa o sarebbe meglio farlo crescere in prestito?
“Vedendo come si sta sviluppando la stagione per lui, sicuramente non ha soddisfatto a pieno quelle che sono le richieste di Zeman: alla prima occasione utile il giocatore è stato messo dentro, poi però è scomparso. Le qualità ci sono, è innegabile. Ma alla Roma ci sono pochi spazi per lui. Sarebbe meglio mandarlo a giocare da qualche altra parte, magari in una squadra che gli dia la possibilità di mettersi in mostra per poi tornare alla Roma da protagonista. Con le sue caratteristiche un altro giocatore nella rosa non c’è”.

La Roma è in cerca di un difensore esterno. Quale giocatore vedrebbe bene in maglia giallorossa?
Bisogna capire quanto la Roma è disposta ad investire. Da quello che si percepisce non è aria in questa sessione di mercato di spese folli. Discorso che vale per la Roma e per le altre squadre di A. Di terzini ce ne sono pochi e quelli che ci sono costano tanto. Poi c’è il problema dell’extracomunitario. Ho sentito che la Roma è interessata ad Andreas Beck, terzino destro dell’Hoffenheim che può giocare all’occorrenza anche a sinistra. E’ un giocatore importante. Mi è venuto in mente lui perchè è uno di quei giocatori più accessibili. Mi sembra inutile parlare di Gareth Bale, Evra o Clichy. La Roma non ha il posto da extracomunitario, quindi tante porte sono chiuse in Sudamerica”.